Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Carrara 2022, sondaggio Emg Different: si conferma un testa a testa tra Arrighi e Caffaz foto

Con un’affluenza stimata al 52% degli eventi diritto sarebbero pochi i carraresi ancora indecisi su chi mandare in piazza 2 Giugno

CARRARA – Alle elezioni di domenica 12 giugno si profila un testa a testa fra Serena Arrighi e Simone Caffaz, con la candidata del Partito Democratico avanti di un soffio. Tutti gli altri candidati a sindaco sembrerebbero invece fuori dai giochi. Almeno secondo il sondaggio reso pubblico dall’Associazione Smart Carrara (vicina al Comitato di Simone Caffaz) ed effettuato tra il 18 e il 23 maggio su 800 carrarini in età di voto. La ricerca è realizzata dall’istituto di rilevazione EMG Different guidato da Fabrizio Masìa e ha come committente l’Osservatorio Emg. Con un’affluenza stimata al 52% degli eventi diritto sarebbero pochi i carraresi ancora indecisi (appena il 17% di chi dice che andrà a votare) su chi mandare in piazza 2 Giugno. Forse la ricca offerta di candidati (ben otto) rende meno complicata la scelta.

I numeri

Vittorio Briganti, Elvino Vatteroni e Ferdinando Locani starebbero ciascuno sotto l’1%. Poi Cosimo Ferri, deputato di Pontremoli, dato al 6,5% che paga forse la scarsa visibilità del suo principale supporter, l’ex sindaco di Carrara, Angelo Zubbani e anche l’essere partito con la campagna da poche settimane. Sotto le attese, al 10,5 % per l’esattezza, la dottoressa Rigoletta Vincenti sostenuta da Movimento 5 stelle e dalle sinistre più radicali. Pesa forse su questo risultato il giudizio più che sulla stimata professionista proprio quello che gli elettori danno sulla giunta uscente. Anche l’iniziativa politica di Andrea Vannucci, ex vicesindaco Pd oggi appoggiato da Fdi, Fi e due civiche pare non sfondare in città fermandosi al 16%, lontanissimo dall’ipotetico ballottaggio.

La sfida sarà, perciò, con ogni probabilità tra Serena Arrighi (Pd, Repubblicani, verdi e civiche di centrosinistra) e Simone Caffaz (Lega e liste civiche di centrodestra). Alla prima è riconosciuto il 34% delle intenzioni di voto mentre al secondo il 32%, distanza che però rientra nella famigerata forchetta del margine di errore statistico (3,5 % per questo sondaggio).

Un altro dato significativo che conferma polarizzare della competizione elettorale fra soli due candidati è l’”indicatore winner” che misura sentiment e aspettative degli intervistati su chi alla fine (dopo il primo e l’eventuale secondo turno) vincerà le elezioni. Per il 37% dei rispondenti la spunterà la candidata del Pd e delle liste di centrosinistra (Serena Arrighi), mentre per il 36% vincerà il candidato di Lega e liste civiche di centrodestra (Simone Caffaz). Solo per l’11% e il 10% degli elettori Andrea Vannucci e Rigoletta Vincenti hanno chance di vittoria. Si profila perciò un arrivo al fotofinish tra Serena Arrighi e Simone Caffaz. Chi alla fine avrà il muso davanti lo deciderà il popolo di Carrara.