Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Un nuovo punto di sbarco davanti all’Ugo Pisa: «Vogliamo rilanciare l’ittica massese» foto

Il Comune di Massa si è aggiudicato due lotti da 150 mila e 57 mila euro per la realizzazione di nove casottini di riparo per pescatori e un nuovo pontile nei pressi dell'Ugo Pisa. Persiani: «Importante segnale al territorio»

MASSA – Nove casottini in legno, completamente indipendenti da ogni punto di vista, dotati di pannelli fotovoltaici, accanto a un nuovo pontile. Questo è quanto verrà costruito sul litorale massese davanti al parco dell’Ugo Pisa, precisamente tra lo stabilimento balneare “Maria” e il centro sub. Il tutto con l’obiettivo di dotare i pescatori massesi di strutture all’avanguardia e che ne possano risaltare le qualità. Insomma, un nuovo centro per l’ittica massese, un nuovo punto di sbarco. Il tutto grazie al bando Feamp dell’Unione Europea, vinto dal Comune di Massa con il progetto di cui sopra e presentato quasi due anni fa. La Regione Toscana ha emesso, nei giorni scorsi, due decreti con cui ha assegnato al Comune di Massa, arrivato secondo nella graduatoria regionale, due lotti rispettivamente da circa 155.000 e 57.500 euro per la costruzione dei casottini e del pontile. A presentare il progetto appena approvato è stato il sindaco Francesco Persiani, nel suo ufficio del palazzo comunale, accanto al capo di gabinetto Daniele Pepe, l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Guidi e due dipendenti del settore Lavori Pubblici Matteo Sanzeni e Ferdinando Fialdini.

«Per noi è molto importante dare un segnale al settore della pesca. – ha dichiarato il sindaco Fracnesco Persiani – Anche se non sembra, il settore dell’ittica massese è molto grande e coinvolge tante persone e associazioni che hanno voglia di mostrare le loro qualità, ce ne siamo accorti nell’affrontare questo percorso per l’approvazione del progetto che è stato molto lungo e non semplicissimo. Il confronto con la Regione è stato lungo, sono stati studiati tutti i dettagli, essere arrivati in fondo ci rende orgogliosi».

Come dicevamo, infatti, il progetto del Comune di Massa nasce quasi due anni fa e viene seguito, oltre che dal settore delle Politiche Comunitarie del Comune e quello dei Lavori Pubblici, anche dal capo di gabinetto Daniele Pepe: «Con questo progetto vogliamo dare il giusto spazio alla tradizione ittica massese e, soprattutto, – ha spiegato Pepe – incentivare i giovani che si vogliono approcciare a questo mondo in maniera più professionale. Siamo arrivati in fondo nonostante i competitor fossero città molto grandi e con tradizioni diverse dalla nostra, questo è un segnale fortissimo».

I casottini di riparo per i pescatori saranno all’avanguardia anche dal punto di vista energetico, grazie ai pannelli fotovoltaici che verranno installati: «Il fotovoltaico permetterà all’area di essere autosufficiente e, grazie all’area per la raccolta differenziata che verrà creata, non creerà rifiuto. – ha illustrato Pepe – Nonostante il progetto sia nato quasi due anni fa, siamo stati molto all’avanguardia su questi aspetti».

Anche la zona scelta dal Comune di Massa non è casuale, ma è inserita in un processo di riqualificazione dell’area intorno al Parco dell’Ugo Pisa, come ha spiegato durante la conferenza l’assessore Guidi, e che vuole creare un circolo virtuoso assieme ai due centri ivi presenti: quello per i sub e l’acquario, proponendosi di diventare anche un’attrattiva per scolaresche e turisti. Il progetto verrà armonizzato anche con il nuovo Piano degli arenili del Comune.  Il Comune di Massa, poi, provvederà ad emanare un bando per la realizzazione delle strutture, così come per la gestione delle stesse.