LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Spiagge libere sporche, tre cittadini raccolgono 60 kg di rifiuti

Più informazioni su

MARINA DI MASSA – Circa 60 kg di sporcizia tra lavarone, plastica e vetro.  É il “raccolto” della pulizia della spiaggia libera ex Massa surfing (tra i bagni Beppe e Beretta) portata avanti da tre cittadini nel pomeriggio di mercoledì 5 agosto.

“Stufi della situazione di abbandono – raccontano i tre cittadini – dopo aver chiesto in prestito un “colo”, in neanche un’ora di pulizia, son stati raccolti e differenziati una parte rifiuti (organici e non) che da settimane sono presenti sull’arenile, mai pulita dall’amministrazione”.
“Le condizioni della spiaggia libera sono indecenti, i bagni sono chiusi,la pulizia della spiaggia non viene effettuata, e non sono presenti neanche dei sacchi per i rifiuti delle persone che giornalmente frequentano questa zona del litorale”.
Da aggiungere al disagio relativo alla pulizia, c’è l’aggravante dell’assenza di sorveglianza per i bagnanti (“accollata” agli stabilimenti limitrofi) visto che la spiaggia non è stata data in gestione.

“Attualmente siamo in mano a nessuno” commenta un altro cittadino “senza bagnino, senza pulizia e con la speranza di non incappare in pezzi di vetro abbandonati, soprattutto per i bambini. Per effettuare la pulizia abbiamo dovuto chiedere anche dei sacchi agli stabilimenti limitrofi, che gentilmente ce li hanno concessi, ed abbiamo tolto soltanto la punta dell’iceberg. In pieno agosto, con i turisti che comunque frequentano la spiaggia, il non servizio offerto rasenta lo squallore. Quanto costerebbe effettuare una pulizia straordinaria? E se dovesse accadere qualche incidente alle persone che frequentano la spiaggia?”.

Più informazioni su