Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Seconda categoria, la Filattierese si prepara allo scontro di Coppa contro Viareggio

Mister Augusto Secchiari fa il punto della situazione: «Venderemo cara la pelle. La ripartenza? La situazione potrebbe essere simile a quella dell'anno scorso. Vanno trovate soluzioni o il calcio dilettantistico potrebbe sparire»

FILATTIERA – Prosegue la nostra panoramica sulle squadre partecipanti al campionato di seconda categoria, ferme ai box per la nuova sospensione che ha coinvolto, dal 19 dicembre scorso, tutti i tornei dilettantistici. Il girone A è dominato in lungo e in largo dal Viareggio, a punteggio pieno nelle undici giornate disputate. Sotto i riflettori, oggi, una compagine lunigianese: la Filattierese.

La squadra di mister Augusto Secchiari si è rifatta completamente il look rispetto alla scorsa stagione, con cambiamenti che hanno coinvolto la dirigenza e il direttore sportivo, oltre alle numerose nuove pedine messe a disposizione in corso d’opera. Le sole due vittorie ottenute a fronte dei quattro pareggi e cinque sconfitte raccolte nelle undici giornate disputate hanno costretto i gialloverdi in quintultima posizione, in piena lotta play-out. Nell’ultima finestra di mercato, il diesse Angelo Pagani ha portato a termine importanti operazioni con l’attaccante ex Don Bosco Fossone Edoardo Caro, che fa il suo ritorno in Lunigiana, e il giovane centrocampista dal Vallizeri Daniele Zuccarelli.

Il tecnico di Gragnana, al secondo anno a Filattiera, ma in pratica al primo vero campionato sulla panchina dei lunigianesi, tira le somme su questi pochi mesi di attività dei “suoi” ragazzi: «Per quanto riguarda la prima parte di campionato, il bilancio è negativo rispetto alle aspettative. – dice Secchiari – È vero, dalle prime partite, e mi riferisco anche al torneo pre campionato a Pontremoli della Lunigiana Summer Cup, dove chi è sceso in campo ha sempre dato il massimo,  abbiamo avuto assenze pesanti. In primis, quella del nostro centravanti Roberto Mori. È dalla terza giornata che la sua assenza pesa e non poco sull’economia del gioco offensivo. Ci siamo trovati a giocare senza una punta di ruolo e strada facendo abbiamo commesso qualche ingenuità che ci è costata tre o quattro punti, che ci avrebbero messo in una diversa condizione di classifica».

«Per quanto riguarda la Coppa, – continua Secchiari – il nostro cammino è stato positivo anche sotto l’aspetto del gioco mostrato, nonostante le costanti defezioni. Nel prossimo turno dobbiamo affrontare la corazzata Viareggio,  sappiamo che il confronto in programma a casa loro è difficile, ma cercheremo di vendere cara la pelle. Al momento  il problema è che abbiamo diversi giocatori contagiati. Per colpa del virus, il nostro Baldelli smette ed un altro no vax è costretto anche lui a non poter più giocare. In quanto alla situazione della nuova sospensione con successiva ripartenza, non la vedo tanto bene, anche se in questi giorni viene fissata dalla Lega Competente una seconda data, quella di metà febbraio. Se, come si sente dire dai virologi, il mese più brutto sarà proprio febbraio, potrebbe finire come l’anno scorso. Spero di no, anche perchè penso che alla fine dovremmo convivere questa situazione ancora per qualche anno perciò, a mio avviso dobbiamo metterci l’animo in pace e studiare qualche soluzione, altrimenti il mondo del calcio dilettantistico è destinato a sparire».