LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Il Signa dilaga nel secondo tempo: Massese sconfitta 3-0 al “Del Bisenzio”

Una rocambolesca autorete e due rigori consegnano ai fiorentini i 3 punti. Annullato, tra le proteste, un gol ai bianconeri al termine della prima frazione di gioco

Più informazioni su

Signa-Massese 3-0 (p.t. 0-0)
Signa
: Sannino; Tempestini; Nencini; Diakhate; Mariani; Gemignani F.; Munno; Ficarra; Tempesti; Alesso; Rosi. A disposizione: Daddi L.; Capochiani; Flachi; Dodaro; Dallai; Mosca; Coppola A.; Giuliani; Gemignani M. Allenatore sig. Enrico Cristiani.
Massese: Barsottini; Benassi; Zambarda; Lucaccini F.; Cartano; Rudi; Manfredi; Bennati; Turini; Papi; Bonini M. A disposizione: Leone; Bertacchini; Fall; Dell’Amico; Bonini L.; Bonati; Franzese. Allenatore sig. Rino Lavezzini.
Arbitro sig. Flavio Barbetti sezione di Arezzo; 1° assistente sig. Samuele Michele Scellato sezione di Prato; 2° assistente sig. Luca Salvadori sezione di Arezzo.
Marcatori: 58′ autorete Lucaccini; 80′ Tempesti (R); 83′ Tempesti (R)
Note: Espulso Zambarda al 79′

SIGNA – Sono ben tre gli anticipi di sabato 19 febbraio nel Girone A dell’Eccellenza Toscana. Tre partite con protagoniste le tre squadre della Provincia di Massa-Carrara impegnate nel campionato: San Marco Avenza, impegnata a Camaiore; Pontremolese, padrone di casa nella sfida contro la Lastrigiana e la Massese di coach Rino Lavezzini, che ha dovuto raggiungere lo stadio “Del Bisenzio” a Signa per sfidare gli ostici fiorentini, terza forza del campionato. Una trasferta, quella dei bianconeri, dolorosa. Quanto il punteggio con cui si è conclusa la terza giornata di ritorno: 3-0 in favore dei locali, con le tre reti arrivate tutte nella seconda frazione di gioco.

Gli uomini di Lavezzini arrivavano a Signa dopo il beffardo pareggio interno contro lo Zenith Audax, ma comunque da quarti in classifica e con una considerevole distanza dalla zona calda della classifica. Nonostante le assenze di Battistoni, fermato dal giudice sportivo, e dell’infortunato Bonini Luca, i bianconeri non potevano permettersi passi falsi e nel primo tempo hanno dimostrato tutta la loro voglia di stupire, per dare finalmente una svolta ad un inizio di 2022 molto complicato.

Al 44′ del primo tempo, gli apuani riescono addirittura a passare in vantaggio, ma il primo assistente dell’arbitro, dopo aver inizialmente assegnato il gol, viene circondato dai padroni di casa e va a colloquio con il direttore di gara, al termine del quale decreta il fuorigioco che stronca in gola l’urlo di gioia della Massese. Il Signa strappa la partita nel secondo tempo e, più precisamente, al 58′ con un pizzico di fortuna. È un rocambolesco autogol, infatti, a portare avanti i fiorentini. Dopo sono due calci di rigore, entrambi realizzati da Tempesti, a chiudere la sfida sul 3-0. In occasione del primo penalty assegnato, inoltre, il capitano della Massese Matteo Zambarda viene espulso, di fatto costringendolo a saltare la prossima sfida di campionato al “Gianpiero Vitali” contro il Prato 2000. A quattro minuti dal termine, c’è gloria anche per Francesco Flachi, ex di Sampdoria e Fiorentina fra le altre, che subentra per i padroni di casa al posto di Tempesti.

La Massese rimane dunque ferma a 19 punti in classifica, mentre il Signa scappa a 26. La vittoria della San Marco sul campo del Camaiore regala ai bianconeri altre 24 ore da quarti classificati, in attesa dei risultati di domani.

Più informazioni su