Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Massese, Pantera suona la sveglia: “È ora di darsi una mossa”

Le parole del Dg bianconero dopo la sconfitta interna contro il Signa

Più informazioni su

MASSA – La sconfitta interna con il Signa non è certo il risultato che tifosi e società della Massese si aspettavano dopo la buona, ma sfortunata, prestazione della domenica precedente sul campo dello Zenith Prato. La Massese vista in campo contro i fiorentini sembrava la copia sbiadita di quella che per 90 minuti ha messo in difficoltà la grande favorita alla vittoria finale, con gioco, idee e occasioni. Il gol di Tempesti, a 3 minuti dall’inizio della ripresa, non ha scosso gli animi dei giocatori apuani, sembrati fin da subito spenti e senza grinta. Zero occasioni pericolose create contro un avversario che fin dal primo minuto di gioco aveva impostato la sua tattica nell’attesa e nella perdita di tempo.

Molto duro, al termine della gara, anche Dario Pantera, direttore generale bianconero, che commenta così la prestazione di ieri (domenica 17 ottobre): “Oggi mi sono vergognato della prestazione di tutta la squadra. Giuro che non avverrà più, per giocare a Massa ci vogliono gli attributi e siccome credo che ci siano, vedi domenica scorsa, voglio e pretendo, insieme alla società, sapere il perché oggi abbiamo offerto una prestazione disarmante. Mi aspetto fin da mercoledì un cambio di rotta deciso”.

Mercoledi, infatti, i bianconeri ospiteranno la Pontremolese nell’ultima partita di Coppa del primo turno. Per passare, la Massese avrà bisogno di una vera e proprio impresa: vincere con 3 gol di scarto.

”Non voglio più uscire a fine gara ed essere attaccato, con l’allenatore, per una prestazione così brutta. – chiude Pantera – I tifosi così non si riavvicinano ma si allontanano, questa squadra annovera atleti con dei trascorsi importanti e giovani che altre realtà non hanno, quindi è ora di darsi una mossa”.

Più informazioni su