LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Massese, il “mago” Papi: “Contento più per la squadra che per il gol”

I commenti dei protagonisti della prima giornata di campionato contro il Montecatini

MASSA- Oggi la Massese ha portato a casa un’importantissima vittoria contro il Valdinievole Montecatini nella prima giornata del girone A di Eccellenza Toscana. Una prestazione convincente quella degli uomini di Gassani che non hanno lasciato niente agli avversari. Nonostante il risultato (1-0) possa far pensare ad una partita lottata, i bianconeri hanno dominato in lungo e in largo a partire dal primo minuto di gioco, creando e talvolta sprecando occasioni da gol. Poco importa, però, il tabellino ai giocatori della Massese che altro non desideravano che i 3 punti finali.

A 5 minuti dal termine a deciderla è stato Yuri Papi, uno dei migliori in campo. Difficile, del resto, trovare nell’undici apuano un giocatore che abbia preso meno della sufficienza. L’unico ad andare via dal “Gian Piero Vitali” senza un voto superiore al 6 è Marco Barsottini, portiere bianconero di fatto mai impegnato e spettatore non pagante di un macth a senso unico. Lavoro in meno per la lavanderia della stadio che non dovrà occuparsi della sua maglietta.

Di seguito le reazioni e i commenti di 3 protagonisti della sfida: il match winner Papi, capitan Zambarda e il giovane Della Pina, un’ottima figura sulla fascia sinistra:

Papi: “Sono molto contento per me, ma soprattutto per la squadra perchè ci meritavamo questo. Arrivavamo da due partite dove, secondo me, non avevamo raccolto quanto seminato. Sembrava che la fortuna girasse sempre dalla loro parte, ma noi siamo stati bravi a non mollare.
Non importa chi segna, per me. Che sia io a segnare o Barsottini. L’importante che faccia gol la Massese. Dobbiamo continuare così.”

Zambarda: “Siamo stati molto bravi a contenere le loro ripartenze. Siamo stati attenti, li abbiamo annullati. Dal punto di vista caratteriale siamo stati perfetti, avevamo voglia di riscatto. Vincere la prima partita era importante per noi, ci tenevamo a partire bene.
Il saluto e il supporto dei tifosi prima della partita ci ha aiutato, siamo partiti carichi a mille per buttare il cuore oltre l’ostacolo.
Siamo un gruppo di uomini veri. Chi gioca dall’inizio o chi entra dalla panchina crede in questo progetto e darà il mille per mille, sempre.”

Della Pina: “Bravi a crederci fino in fondo, il gol trovato all’ultimo è stata una liberazione. Tutte le squadre che guocheranno contro la Massese, probabilmente, faranno la partita della vita e noi dobbiamo far quello che abbiamo fatto oggi.
Questa rosa è molto profonda, tutti si giocano il posto durante la settimana. C’è competizione e questo aiuta la squadra a crescere. Infatti, oggi, i cambi hanno inciso tanto nel risultato finale.”

Foto di Luigi Tonarelli