Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Massese, tutto pronto per la celebrazione dei 50 anni della Serie B

La celebrazione sarà il 6 settembre alle 10.15 presso il palazzetto dello sport. Aperta al pubblico fino ad un massimo di 200 persone. Annunciata anche la nomina di Gabriella Vitali come presidente onorario: "Un grande onore"

MASSA- Con grande commozione, presso la sala stampa dello stadio “Gianpiero Vitali”, questa mattina la Massese ha annunciato ufficialmente la nomina del presidente onorario Gabriella Vitali, vedova del compianto Gianpiero. Davanti alla stampa, all’assessore allo sport Paolo Balloni e al figlio Enrico è arrivata la firma sulla lettera d’incarico consegnata alla signora Vitali che, con grande emozione, si è detta più che onorata. Un legame forte quello tra Massa e la famiglia Vitali, stabilitasi nella città apuana anche dopo il ritiro di Gianpiero, portato avanti dal gesto dell’attuale gestione societaria che simboleggia ancora una volta la volontà di unirsi al glorioso passato bianconero mantenendo, però, lo sguardo ben saldo sul futuro per riportare la squadra nelle categorie che le competono.

Come raccontato dal nuovo presidente onorario stesso, la signora Vitali ha realizzato il sogno del marito che più volte in vita le aveva confessato l’intenzione di arrivare un giorno a ricoprire la carica di presidente dopo aver capitanato la Massese da giocatore in Serie B e averla guidata ad una lottata salvezza in Serie C da giocatore/allenatore.

Vitali è stato, appunto, uno degli eroi che nel giugno del 1970 hanno regalato alla città di Massa il sogno della serie cadetta. Proprio di questo si è parlato nella conferenza stampa che ha seguito l’annuncio. Da febbraio, infatti, era partita la macchina organizzativa del Club Orlando Ricci, l’associazione dei Veterani dello Sport e il comitato La Massese fa 100, insieme con le istituzioni comunali, per commemorare il cinquantesimo anniversario della promozione con una celebrazione prevista inizialmente nella data di Massese-Vis Pesaro, partita decisiva del ’70. Lo scoppio della pandemia e il lockdown avevano messo un freno, ma la volontà degli ex giocatori bianconeri nel riunirsi e festeggiare insieme alla città questa importante ricorrenza ha dato una spinta decisiva affinchè questo progetto non venisse abbandonato.

Perciò, come anticipato agli inizi del giugno scorso, oggi è arrivata l’ufficialità: la festa si farà il 6 settembre all’interno del nuovo palazzetto dello sport di Via Degli Oliveti. Presenti a dare l’annuncio i sopracitati gruppi di tifosi, sempre insieme all’assessore e a un delegato dell’attuale società oltre che alla signora Vitali, che con soddisfazione hanno organizzato una rimpatriata di vecchie glorie.

Di seguito le parole del segretario del Club Orlando Ricci sulla scaletta della festa:

Musetti: “Con i giocatori ci troveremo intorno alle 9.30 nel piazzale di fronte al palazzetto. Alle 10.15 inizierà la cerimonia con la premiazione e la consegna di una targa. Al termine verrà fatto un pranzo. Abbiamo fatto del nostro meglio considerando anche la situazione attuali. All’interno del palazzetto potranno entrare al massimo 200 persone, numero limite per rispettare le norme anti-contagio, e quindi la manifestazione sarà aperta anche ai tifosi. Purtroppo non saranno presenti Ciccarilli, per motivi logistici dovuti ai voli, così come i Palù, mentre Tarantola rimane in dubbio. Per il resto saranno presenti tutti con noi per festeggiare questa ricorrenza. Saranno presenti anche altri ex giocatori della Massese che parteciperanno alla premiazione. Ringrazio il comune per la disponibilità, il Comitato de La Massese fa 100 anni e l’associazione dei Veterani dello Sport per il grande lavoro svolto nel realizzare questa festa. Ci tengo anche a sottolineare la forte volontà dei giocatori che hanno spinto tanto per questa festa, chiedendomi numeri di telefono per rimanere in contatto. C’è grande entusiasmo per questo evento.”

Sarà presente anche l’attuale Massese che, per l’occasione, ha in serbo delle sorprese per i tifosi.