Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Massese: presentati Rudi, Papi e Battistoni

Le parole di 3 dei nuovi arrivati. Papi: "Bisogna fidarsi di ciò che è stato costruito. Dobbiamo riportare l'entusiasmo, ne abbiamo bisogno."

MASSA- Giornata di presentazione al “Degli Oliveti”. Nella sala stampa dell’impianto comunale, alle 16.00, hanno infatti risposto alle domande dei media locali 3 dei nuovi acquisti della Massese del “diavolo” Gassani: Mariano Rudi, Yuri Papi e Stefano Battistoni.

Tre profili di esperienza e di spessore per una squadra costruita con l’obiettivo più ambizioso, la vittoria. Per raggiungerlo, i bianconeri hanno da poco iniziato la preparazione in attesa di conoscere gli avversari del girone e buttarsi a capofitto sul calcio giocato. Nel mentre, però, mister Gassani non fa certo sconti ai suo ragazzi. Noto infatti per la particolare attenzione con cui cura i dettagli della condizione fisica degli atleti, “il diavolo” sta mettendo sotto torchio i nuovi arrivati, che non si dicono spaventati dai giorni di fatica, anzi:

Rudi: “Stiamo lavorando in modo importante. Il mister richiede tanto sotto l’aspetto fisico e caratteriale, ma questa è una cosa positiva che uscirà poi. Io ho avuto un impatto positivo sia con il mister che con il direttore, sin dal primo giorno. Per decidere di venire qua non ho impiegato più di venti minuti, semplicemente perché prima di parlare con qualcuno ho fatto un giro per i corridoi dello stadio. Una società con questa storia non ha bisogno di presentazioni. Le cose lì sul muro bastano e avanzano. Ringrazio il direttore e il mister per avermi dato l’opportunità di onorare questa maglia.”

Papi: “Sono felicissimo di essere qua. Ringrazio la società per l’opportunità di vestire la maglia della mia città e di dimostrare finalmente quello che sono. L’impatto è stato positivo. Sono sicuro che il lavoro che stiamo facendo ora porterà a grandi risultati.”

Battistoni: “L’impatto è stato positivo. C’è da lavorare tanto, sicuramente il mister è conosciuto per la sua preparazione. Ma se lavoriamo bene sono sicuro che raccoglieremo i risultati, grazie alla qualità che c’è in questo gruppo.”

Tre carriere differenti e, quindi, tre scelte diverse. C’è chi ha voluto finalmente dimostrare il proprio valore con i colori della propria città; chi insegue da tanto la vittoria e vuole raggiungerla con la maglia della Massese e chi si è lasciato catturare dalle tante pagine di storia bianconere:

Rudi: “Basta poco per capire cosa voglia il mister e cosa voglia il direttore. Ci sono degli obiettivi ben chiari. La squadra è importante. Ci sono uomini prima che calciatori. Ci si aiuta, si ride quando c’è da ridere, ci sono persone con cui si sta bene. Questo è importante in un gruppo. Qui ci sono obiettivi chiari e importanti, speriamo di poter iniziare. I presupposti ci sono tutti. Speriamo di poter vedere anche i tifosi tra gli spalti.”

Papi: “La mia scelta è stata dettata anche dal fatto che potrebbe essere la mia ultima occasione di giocare qua. Voglio essere ricordato a Massa per aver portato delle gioie. Sono qui e siamo qui per vincere”.

Battistoni: “Dopo tanti anni in  Eccellenza non sono ancora riuscito a vincere questo campionato. Quando ha chiamato la Massese ho pensato che potrebbe essere l’occasione giusta per vincere finalmente, guardando anche la qualità dei compagni.”

Ma, si sà, alla fine della stagione ciò che conta veramente sono i risultati. E quando la Massese si ritrova in categorie come l’Eccellenza, l’unica cosa che ronza nella testa dei tanti tifosi è: vincere. La dirigenza ha sempre avuto ben chiaro questo aspetto e dopo una stagione di assestamento, ha piazzato dei colpi chirurgici e importanti per rafforzare una squadra che l’anno scorso lottava per non retrocedere e renderla una contendente. Lo sanno bene anche i giocatori che, consci delle difficoltà del campionato, rassicurano:

Rudi: “Vincere non è mai facile. Io sono il primo a dire ai miei compagni che qui abbiamo degli obiettivi chiari e dobbiamo raggiungerli. Credo che la cosa determinante sia la costanza. Bisogna essere bravi a stare là davanti e una volta arrivati, non dobbiamo avere le vertigini. In questo momento sono con la testa sotto la sabbia per la preparazione. Appena raggiunta la condizione giusta potremo divertirci sicuramente.”

Papi: “Bisogna crederci e bisogna fidarsi, soprattutto, di quello che è stato costruito e remare tutti dalla stessa parte. Vincere non è mai facile, ma se andiamo tutti insieme possiamo toglierci delle soddisfazioni. In campo stiamo facendo di tutto perché ognuno di noi possa arrivare la domenica ad onorare questa maglia. Dall’altra parte abbiamo bisogno del calore di Massa. Ci vuole entusiasmo. E noi come primo obiettivo dobbiamo avere quello di riportare l’entusiasmo ai massesi.”

Battistoni: “C’è da lavorare e da sacrificarsi per stare lassù. C’è bisogno di tutti. Se tutti faremo bene, ci toglieremo tante soddisfazioni.”