LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Di Natale: «Partita importante, i ragazzi sanno cosa fare». Guidi: «Match decisivo, contiamo sul nostro pubblico»

L'allenatore azzurro: «I punti in palio sono ormai non moltissimi e perderne o guadagnarne alcuni determina il raggiungimento o meno di una posizione in classifica. Tutti i calciatori sono a disposizione senza particolari problemi anche se sarà importante vedere le risposte definitive in sede rifinitura». Il tecnico dei biancorossi: «Purtroppo stiamo soffrendo qualche malanno di stagione di troppo, vedremo quanti riusciremo a recuperarne. Dovremo essere bravi nel dare qualcosa in più»

CARRARA – Dopo la brillante vittoria casalinga (4-1) contro la Vis Pesaro, la Carrarese farà visita al Teramo allo stadio Gaetano Bonolis. Il match, con fischio di inizio alle ore 14:30, vale per la 35° giornata (16° di ritorno) del campionato di serie C girone B. Gli azzurri, dopo un periodo poco brillante, hanno ritrovato i tre punti, fondamentali per mettere quasi in cassaforte la salvezza, e vogliono continuare su questa strada per qualificarsi ai play off e magari raggiungere e superare il Gubbio in classifica. I biancorossi sono reduci, altresì, dal buon pareggio casalingo (0-0) contro la quinta forza del campionato, il Pescara e sono alla ricerca di quei tre/quattro punti che li garantirebbero la salvezza. I punti che separano le due compagini sono proprio quattro: i ragazzi di Di Natale occupano l’8° posto con 42 punti mentre gli uomini di Guidi si trovano al 15° posto a quota 38 punti.

Riportiamo le dichiarazioni pre-partita dei due allenatori.

QUI CARRARESEMister Antonio Di Natale: “A quattro partite dalla conclusione del campionato non si può non parlare di partita importante perché i punti in palio sono ormai non moltissimi e perderne o guadagnarne alcuni determina il raggiungimento o meno di una posizione in classifica e, probabilmente, la possibilità di rimanere in orbita dei propri obiettivi oppure no. All’andata il risultato fu più netto e rotondo di quanto potemmo vedere in campo con una differenza tra le due squadre molto meno pronunciata di quanto l’esito possa aver raccontato. Il Teramo, soprattutto, nel girone di ritorno ed, ultimamente, ha dimostrato grande compattezza e solidità riuscendo a strappare un punto con il Pescara in una partita davvero equilibrata e perdendo di misura con la capolista Modena. Gli abruzzesi, poi, in casa hanno un innalzamento del proprio livello di performance ed è complicato per gli avversari andare a giocare la propria partita in cui devi sapere lottare e soffrire per tornare a casa con qualcosa di positivo tra le mani. Il modulo di riferimento del Teramo è il 3-5-2, ma mister Guidi riesce a modificare in corsa assetto e, quindi, si possono palesare più partite nella stessa gara. Al di là dell’aspetto tecnico tattico, soprattutto a meno di un mese dal termine della stagione regolare, pongo l’accento sulla necessità di essere pronti fisicamente e mentalmente alle insidie della sfida perché le differenze tra le squadre si assottigliano e l’equilibrio regna sovrano. Un dato di fatto con cui fare i conti e che dobbiamo essere capaci di far girare a nostro favore sapendo sfruttare l’episodio in area, la seconda palla oppure il contrasto vincente che ti regala una superiorità numerica. I miei ragazzi hanno le idee chiare ed hanno la consapevolezza di ciò che deve essere portato avanti nei novanta minuti ed oltre. Il mio affidamento è su tutta la rosa, a partire dagli undici che scenderanno inizialmente in campo, ma anche i subentrati possono decidere il match. Per l’occasione registriamo il rientro certo dalla squalifica di Rota e Grassini mentre il ritorno dai rispettivi impegni con le proprie nazionali di Khailoti e Tunjov merita di essere valutato per capire i ragazzi come possono stare. Per quanto riguarda gli altri calciatori direi che a parte qualche situazione comunque gestibile qua e là, tutti i calciatori sono a disposizione senza particolari problemi anche se sarà importante vedere le risposte definitive in sede rifinitura”.

QUI TERAMOL’allenatore Federico Guidi: “È una partita quasi decisiva, visto che ormai ne mancano pochissime. Sappiamo di affrontare un avversario che all’andata ci mise in palese difficoltà e quella gara deve insegnarci che, se non dovessimo giocare con la giusta concentrazione e cattiveria agonistica, può farci male in qualsiasi momento, specialmente nel reparto avanzato e con i due interni di centrocampo. Mai come in questa settimana ho visto tante partite del nostro antagonista, il suo rendimento ha una differenza tanto sostanziale quanto casuale tra gli impegni interni ed esterni, perché mostra sempre lo stesso tipo di mentalità ed è una squadra migliorata nel tempo. Noi dovremo valutare domattina chi sarà della partita, purtroppo stiamo soffrendo qualche malanno di stagione di troppo, vedremo quanti riusciremo a recuperarne. In questo momento stiamo difendendo con estrema applicazione, forse mancando un po’ nelle scelte in fase di possesso, dovremo essere bravi nel miscelare le due fasi e nel saper leggere i singoli momenti di un match. Bisognerà prestare attenzione ai palloni persi per evitare di innescare le loro ripartenze, saranno determinanti le marcature preventive. Bernardotto sta sicuramente meglio, Hadziosmanovic si è allenato regolarmente. Visto il calendario, dovremo essere bravi nel dare qualcosa in più in casa, la giocheremo insieme alla nostra gente, mi auguro che domani lo stadio sappia aiutarci nel modo giusto”.