LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Le pagelle di Carrarese-Olbia (1-1): Doumbia indolente, Battistella e Giannetti di altra categoria foto

Il centrocampista azzurro è impossibile da fermare mentre l'attaccante ex Siena è al secondo goal consecutivo. L'ex Reggina, invece, viene costantemente anticipato dagli avversari e si divora il possibile 2 a 0 colpendo il palo ad un metro dalla porta dopo una respinta difettosa di Van der Want

CARRARA – Potevano essere i tre punti che avrebbero permesso di raggiungere l’obiettivo stagionale, ossia la salvezza, ed invece la Carrarese a 30 secondi dal termine si è fatta raggiungere dall’Olbia. Gli azzurri partono forte ed arrivano alla conclusione già al primo minuto con Doumbia. Il vantaggio meritato arriva grazie ad un calcio di rigore conquistato da Figoli e trasformato da Giannetti. L’unico pericolo per Vettorel nel primo tempo è il lob tentato da Ragatzu che sfiora il palo alla destra del portiere azzurro. Nella ripresa Doumbia ha la palla del 2 a 0 ma da un metro, dopo la respinta corta del portiere avversario, centra in pieno il palo. Gli azzurri sul finale concedono alcune palle pericolose all’Olbia ma Vettorel con uscite corrette ed efficaci riesce sempre a sbrogliare. Il portiere di casa è provvidenziale sul tiro al volo di Ragatzu da posizione defilata perché con un bel riflesso devia in corner. A trenta secondi dal termine arriva la doccia fredda: palla in profondità, Udoh si infila tra i centrali azzurri, supera con un pallonetto Vettorel e la sfera si insacca. Pesanti proteste da parte di Di Natale e dei suoi per una rimessa laterale dubbia concessa agli avversari da cui è scaturita l’azione del pareggio. Espulso sul finale Rota proprio per eccessiva contestazione verso arbitro e guardalinee.

Ecco voti e i giudizi agli azzurri scesi in campo:

VETTOREL 7: dopo l’appannamento manifestato nelle precedenti uscite, torna a sfoderare una grande prestazione. Sicuro nelle uscite e fenomenale sulle conclusione ravvicinata di Ragatzu.

GRASSINI 5: confermato titolare sulla corsia di destra, dimostra di avere notevole difficoltà quando viene puntato dagli avversari. Tenta più volte l’anticipo con troppa aggressività. Risulta sempre troppo impreciso in passaggi ed appoggi semplici.

ROTA 5: Fino al 94° è il solito gladiatore, andando a contrastare efficacemente Udoh e Ragatzu. Peccato che sull’ultima azione della partita si perdi completamente la marcatura di Udoh che solo davanti a Vettorel non sbaglia. Rimedia pure un espulsione per proteste che lo costringerà a saltare la trasferta di Ancona.

MARINO 5: nel primo tempo è prodigioso nel salvare sulla linea un cross di Ragatzu che avrebbe portato Udoh al più facile del goal. Nella ripresa entra in campo disorientato ed appannato, tanto da regalare almeno tre palloni sanguinosi agli avversari. Il mister a quel punto lo toglie dal campo.

SEMPRINI 5,5: nuovamente schierato sulla corsia mancina, bada più alla fase difensiva piuttosto che a quella offensiva. Nel finale rimedia anche una ammonizione per un fallo in ritardo su Ragatzu.

BATTISTELLA 6,5: autentico faro del centrocampo azzurro, quando parte palla al piede è quasi impossibile fermarlo. Il centrocampo ospite fatica tremendamente a prendergli le misure.

PASCIUTI 6: il capitano di giornata gioca una partita ordinata e senza sbavature. Esce per crampi nel corso del secondo tempo.

FIGOLI 6: inizio è ottimo, tant’è che si procura il rigore del provvisorio vantaggio. Cala, come tutta la squadra, nel secondo tempo e rimedia un cartellino giallo che lo costringerà a saltare la delicata trasferta di Ancona.

ENERGE 6: gioca solo un tempo ma è molto frizzante e pimpante. Dopo una sua serpentina in area di rigore, serve un cross al bacio per Doumbia che inspiegabilmente manca l’impatto con la palla.

DOUMBIA 4: Viene costantemente anticipato dagli avversari, ed il suo modo di giocare, quasi indolente, irrita i presenti al dei Marmi.  Sia nel primo che nel secondo tempo avrebbe l’opportunità di segnare ma manca l’appuntamento. Clamorosa è proprio l’occasione della ripresa quando ad un metro dalla porta centra in pieno il palo dopo una respinta difettosa di Van der Want.

GIANNETTI 7: secondo goal consecutivo per la punta azzurra, questa volta su rigore. Tanto lavoro sporco e sponde per i suoi compagni. Viene sostituito sul finale di gara tra gli applausi del pubblico.

BRAMANTE 5,5: sostituisce ad inizio secondo tempo Energe e si posiziona dietro le punte. Le sue folate offensive sono molti interessanti peccato che sbagli quasi sempre la giocata decisiva. Sul  finire di partita anziché che servire Battistella solo in area, prova una debole conclusione.

PETRELLI 5: entra per aiutare a tenere la palla lontana dalla sua area di rigore ma il suo apporto è del tutto insufficiente venendo costantemente anticipato dai difensori ospiti.

BERARDOCCO 5,5: il suo ingresso non è dei migliori. Sembra impaurito e timido nell’andare a contrasto con gli avversari.

KHAILOTI 5: prende il posto di un disattento Marino, ma si fa beffare sull’ultimo attacco sardo non accorciando su Ragatzu che troppo facilmente imbecca per Udoh.

IMPERIALE S.V.: gioca gli ultimi minuti di partita al posto di un acciaccato Grassini.

DI NATALE 5: la sua sua squadra getta alle ortiche una vittoria che avrebbe permesso di centrare con largo anticipo l’obiettivo stagionale, ossia la salvezza. Ancora una volta una disattenzione della linea difensiva va a compromettere il risultato finale. Sul piano del gioco decisamente un passo indietro rispetto alla bella prova offerta contro il Modena e soprattutto una gestione dei cambi che poteva essere fatta diversamente. E’, infatti, molto discutibile la scelta di tenere in campo per tutta la partita un deludente Doumbia e non utilizzare il doppio cambio nell’ultimo slot. Sabato, nella trasferta di Ancona, servirà sicuramente più coraggio e voglia di lottare per andare a prendersi un risultato positivo.