Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Grosseto 0-0 Carrarese, le pagelle: difesa rocciosa ma attacco spuntato

Voti e giudizi ai giocatori scesi in campo ieri pomeriggio ed a mister Di Natale

CARRARA – Nella prima partita ufficiale del 2022 la Carrarese strappa un pareggio (0-0) allo stadio Carlo Zecchini di Grosseto contro la squadra bianco-rossa padrona di casa. Nel primo tempo gli azzurri soffrono sulle palle inattive ed infatti il Grosseto va vicino al goal in due occasioni con i colpi di testa di Gorelli. L’occasione più clamorosa però è a tinte apuane: Doumbia scappa sulla sinistra, crossa rasoterra all’altezza del dischetto dove arriva Figoli che svirgola ma la sfera arriva ad Energe che sbaglia il più facile dei tap-in. Nella ripresa sono poche le emozioni eccetto il tiro ravvicinato e potente di Raimo che Vettorel leva dallo specchio con una splendida parata. Per gli uomini di Di Natale l’unica azione pericolosa è il contropiede di Petrelli che però viene fermato in scivolata da Rabiu prima di entrare in area di rigore. Dopo 3 minuti di recupero l’arbitro decreta la fine del match.

I voti agli azzurri scesi in campo nel pomeriggio di ieri:

VETTOREL 6: insicuro in almeno tre uscite alte creando qualche patema alla sua retroguardia. Si rifà con una parata da campione andando a disinnescare una bomba ravvicinata di Raimo diretta all’incrocio dei pali.

SEMPRINI 5: nel primo tempo è molto attento in fase difensiva ma quasi mai propositivo in quella offensiva e nelle poche sortite in avanti sbaglia di fatto i cross. Nella ripresa, specie verso la fine, soffre la maggiore brillantezza di Semeraro.

ROTA 7: sebbene rimedi un’ammonizione dopo pochi minuti di gioco, non gli crea affatto problemi nel disinnescare sia Arras che Capanni. Il centrale greco si attacca alle caviglie degli attaccanti di casa impedendo qualsiasi tipo di giocata.

MARINO 7: imperioso negli anticipi e preciso in fase di impostazione. Nel secondo tempo deve vedersela con l’esperto Nocciolini che però annulla senza particolari problemi.

IMPERIALE 5: gioca una partita anonima e soprattutto soffre la velocità di Raimo. Si fa vedere in avanti solo in due occasioni ed in entrambe il suo cross finisce addosso al diretto avversario.

BATTISTELLA 5: giornata no per il talentino azzurro che rimedia un’ammonizione dopo pochi minuti che lo condiziona soprattutto nella fase di recupero palla. Nei novanta minuti sembra disorientato in campo ed infatti fatica a trovare la posizione giusta per accendersi.

PASCIUTI 6: partita di ordinaria amministrazione per il capitano azzurro che svolge il suo compito senza mai provare una giocata illuminante.

TUNJOV 5: poco presente nella partita e le poche palle toccate finiscono perse per i troppi tentativi di dribbling.

FIGOLI 6: parte come trequartista alle spalle di Doumbia ed Energe, poi scala mezzala sinistra di centrocampo. Ovunque il mister lo metta, gioca sempre con grinta e carattere. Peccato abbia ciccato la conclusione sul finire di primo tempo che avrebbe potuto indirizzare il match in altro modo.

DOUMBIA 6: fa a sportellate con i tre centrali del Grosseto, risultando sempre una spina nel fianco. Spirito di sacrificio e grinta al servizio della squadra.

ENERGE 5: in diverse circostanze si intestardisce forzando la giocata e perdendo quasi sempre palla. Ha l’opportunità di segnare la rete del vantaggio ma spreca tutto calciando a lato.

BRAMANTE 5: sostituisce un evanescente Tunjov ma non riesce a dare la scossa alla partita perché costantemente anticipato dalla retroguardia maremmana

PETRELLI 6: a venti minuti dal temine Di Natale lo manda in campo al posto di Energe e si fa subito notare per la fisicità e le sponde che permettono alla squadra di alzare il baricentro. Ha l’opportunità di presentarsi da solo davanti alla porta di Barosi ma viene anticipato da un intervento alla disperata di Rabiu.

BERTIPAGANI SV: entra negli ultimi minuti al posto di un esausto Figoli.

DI NATALE 6: la sua squadra ha ormai acquisto una buona, se non ottima, solidità difensiva mentre risulta spuntata in fase offensiva. Occorrerà migliore questo aspetto per poter sbloccare e poi chiudere prima le partite e non lasciare per strada punti importanti che regalerebbero una classifica ancora migliore di quella attuale.