Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Il bilancio di Nelso Ricci: «Ci sono state difficoltà ma ora abbiamo trovato la quadra. Complimenti a Di Natale» foto

Il direttore generale azzurro: «Siamo calati pienamente nel presente e proiettati nel futuro. La proprietà ha messo a disposizione le risorse per potenziare la rosa»

CARRARA – La Carrarese ieri pomeriggio ha concluso il girone di andata del campionato di serie C con un pareggio (0-0) allo stadio Enrico Rocchi di Viterbo. In totale la squadra allenata da Antonio di Natale ha totalizzato 23 punti posizionandosi al 13° posto in classifica. Il direttore generale Nelso Ricci, attraverso una nota ufficiale, ha voluto fare un bilancio sulle prime 19 giornate e fornire alcuni dettagli su come la società si muoverà nel mercato di gennaio. Dalle sue parole si evince che, nonostante un cammino fatto di alti e bassi, si è in linea con gli obiettivi e che la squadra addirittura avrebbe meritato qualche punto in più. Per quanto concerne la sessione di riparazione il dirigente azzurro ha affermato che la proprietà ha messo a disposizione le risorse necessarie per poter potenziare ulteriormente la rosa.

“A Viterbo – afferma Ricci – si è concluso il nostro girone di andata con un pareggio che considero, comunque, prezioso. In linea di massima, tracciando un bilancio, possiamo affermare di essere in linea con la nostra programmazione cercando sempre di essere all’altezza della situazione, facendoci trovare pronti nell’affrontare le partite mostrando una una certa identità che non ci ha fatto sfigurare mai o quasi. È vero che abbiamo avuto qualche passaggio a vuoto ma si tratta di step fisiologici in un percorso di costruzione della squadra che, però, ha sempre visto risposte da gruppo anche e soprattutto nei momenti di difficoltà. Nell’ultimo periodo abbiamo trovato una certa quadratura, una stabilizzazione tecnico-tattica per cui non posso che complimentarmi con mister Antonio Di Natale ed il suo staff che si sono dimostrati scrupolosi e capaci di apportare i correttivi che servivano. La linea progettuale della Carrarese attuale segue logiche diverse rispetto al passato e punta su una crescita graduale fondata su un mix di alcuni calciatori esperti e giovani rampanti contrattualizzati per più anni, a dimostrazione che si è calati nel presente e proiettati nel futuro”.

“La classifica è corta – aggiunge il dg – forse si sarebbe potuto ottenere, meritandolo probabilmente, qualche punto in più in un girone che, salvo le prime quattro o cinque squadre ora al vertice, si distingue per un sostanziale equilibrio. Anche la Carrarese può aspirare a posizioni più importanti di quelle oggi ricoperte e per ottenere questo traguardo, oltre al lavoro dello staff e dei ragazzi al campo, ci sono tutte le disponibilità da parte della proprietà di autorizzare interventi sul mercato di gennaio per migliorare la rosa trovando le soluzioni realizzabili che il mercato ci prospetterà in una condivisione di strategie e vedute tra tutte le parti in un’ottica di rafforzamento”.