Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Carrarese 1-1 Cesena, le pagelle: Imperiale disorientato, Mazzini in versione Padre Pio

Il terzino sinistro si fa sorprendere diverse volte dagli avversari. Il portiere azzurro è provvidenziale in almeno tre interventi

CARRARA – Finalmente la Carrarese di Antonio Di Natale riesce, per la prima volta in stagione, a raccogliere punti contro una big del girone. Dopo le sconfitte pesanti contro Modena e Reggiana, con la terza della classe arriva un ottimo pareggio. I primi trenta minuti sono avari di emozioni mentre sul finire della prima frazione di gioco le due squadre si svegliano e creano azioni importanti. Il Cesena, nel giro di dieci secondi, va vicino al vantaggio ma una doppia parata di Mazzini tiene il risultato fermo sullo 0 a 0. Il portiere apuano prima respinge con i pugni la conclusione di Zecca e poi con un bel riflesso si distende sulla sua destra e toglie dalla porta la sfera colpita di testa di Bortolussi. Al quarantesimo minuto Battistella trova il vantaggio: il centrocampista azzurro fa partire un destro potente dal limite dell’area e la sfera così si insacca alla destra di Nardi. Ad avvio ripresa gli apuani vanno vicini al raddoppio con D’Auria ma Ciofi salva sulla linea. All’undicesimo minuto la Carrarese si fa trovare scoperta sulla sinistra, Zecca fa partire un cross rasoterra che Pierini sfrutta alla perfezione gonfiando la rete a due passi dalla porta. Sul finire del match, in pieno recupero, i padroni di casa restano in dieci per l’espulsione di Battistella (doppio giallo) e gli ospiti tentano il tutto per tutto. Mazzini, infatti, compie un miracolo su colpo di testa di Mulè nell’area piccola smanacciando sopra la traversa la sfera. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro decreta la fine del match.

I voti agli azzurri:

MAZZINI 7,5: provvidenziale e decisivo in diverse circostanze. Nel primo tempo sbarra la porta in più circostanze a Bortolussi e Zecca mentre quasi allo scadere della ripresa nega la gioia del goal a Mulè con un colpo di reni eccezionale.

SEMPRINI 5,5: macchia la sua buona prestazione perdendosi Pierini in occasione del pareggio bianconero. Il terzino destro azzurro chiude in ritardo e non riesce ad effettuare una diagonale corretta.

ROTA 6: mette in campo la solita grinta e cattiveria. Bortolussi è un cliente complicato ma riesce a gestirlo egregiamente.

KALAJ 5,5: permette a Bortolussi di fare sponda agevolmente per Zecca e così innescare l’azione del pareggio emiliano. Durante il match appare nervoso perché, ritrovando una maglia da titolare, vuole dimostrare di meritarsela anche in futuro.

IMPERIALE 5,5: disorientato e distratto in alcune circostanze; infatti viene colto di sorpresa diverse volte dagli avversari sulla sua corsia di sua competenza. E’ troppo alto in occasione dell’inserimento di Zecca che porta alla rete di Pierini. Inoltre sembra giocare con il freno a mano tirato quando occorre spingere.

BATTISTELLA 7: la sua partita parte in sordina ma poi con il passare dei minuti la sua prestazione cresce ed arriva a sbloccare il match con una staffilata dal limite dell’area con la sfera che va ad insaccarsi alla destra di Nardi. Domina sia in fase di contenimento che di ripartenza con le sue incursioni. Unico neo di questa giornata è l’espulsione rimediata nei minuti di recupero che lo costringerà a saltare il recupero di mercoledì a Lucca.

PASCIUTI 5,5: in difficoltà sul piano fisico fin dai primi minuti di gioco e soffre costantemente il pressing dalla mediana bianconera. Mister Di Natale si accorge dei suoi problemi e lo lascia negli spogliatoi all’intervallo.

FIGOLI 5,5: tanta corsa e poca sostanza. Rispetto alle uscite precedenti fatica a trovare la giusta posizione in campo ed a rendersi pericoloso.

MAZZARANI 6,5: passano le giornate e la sua condizione atletica migliora sempre più. Raccorda benissimo centrocampo ed attacco e si nota immediatamente la migliore visione di gioco data anche dalla maggiore esperienza.

D’AURIA 6,5:  fa a sportellate con l’arcigna retroguardia ospite. Va vicino al goal in due occasioni, prima con una punizione a fil di palo e poi con un colpo geniale che viene sventato da Ciofi sulla linea.

GALLIGANI 5,5: tanta corsa ma poca cattiveria nell’uno contro uno. Ogni qualvolta che punta gli avversari potrebbe creare pericoli, peccato che il movimento scelto si riveli sbagliato.

LUCI 6: entra al posto di Pasciuti ad avvio ripresa e si posizione davanti alla difesa a schermare le avanzate ospiti.

BRAMANTE 6: rileva Mazzarani a ridosso del quindicesimo della ripresa. Si posizione sulla trequarti e si mette in mostra con alcuni scatti e triangolazioni con i compagni, specie quella con Doumbia che poi porta alla conclusione di Giannetti.

DOUMBIA 5,5: prende il posto di D’Auria per cercare di dare maggior peso al fronte offensivo. Sebbene rientrasse da un breve stop, ci si aspettava un maggior contributo.

GIANNETTI 6: a venti minuti dal termine sostituisce Galligani. Va vicino al goal con un tiro a giro di destro che esce di poco alla sinistra di Nardi.

DI NATALE 6,5: la sua squadra per la prima volta in stagione porta a casa punti contro una delle pretendenti alla promozione. Nei novanta minuti i suoi uomini hanno tenuto testa alla grande ai bianconeri con un pressing alto ed intenso per evitare che impostassero dal basso con tranquillità. Con i rientri di Doumbia e Giannetti e la crescita costante di D’Auria e Mazzarani tutta la squadra ne potrà beneficiare per concretizzare maggiormente le occasioni da goal che vengono create.