Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Rota un muro, Imperiale impreciso: le pagelle di Carrarese-Ancona 1-1 foto

Per la squadra di Antonio Di Natale si allunga la striscia di partite senza vittorie ma si è ritrovata una certa solidità difensiva abbinata a buone trame di gioco

CARRARA – Termina con il punteggio di 1 a 1 il match tra Carrarese ed Ancona con entrambe le squadre che allungano così la loro striscia di partite senza vittorie. Nei primi quarantacinque minuti ci sono poche emozioni anche a causa della forte pioggia che rende il manto erboso dello stadio dei Marmi pesante impendendo alla palla di scorrere agevolmente. Le uniche e vere occasioni da goal sono la serpentina di Energe conclusasi con un tiro a giro parato in due tempi da Avella e la conclusione ravvicinata di Sereni respinta da Vettorel con un bel riflesso. Nella ripresa gli uomini di Di Natale partono forti creando due pericoli alla retroguardia ospite: prima con un colpo di testa di Figoli respinto da Avella, poi con una conclusione mancina di Energe bloccata agevolmente ancora dal portiere biancorosso. Appena passato il quindicesimo minuto, Bramante, servito in area da Energe, fa partire un cross che viene deviato, la sfera arriva a Battistella che con destro potente trafigge Avella. Gli azzurri si abbassano troppo ed a otto minuti dal novantesimo, in occasione di un cross dalla destra, Imperiale, in scivolata, colpisce la palla con il braccio e per l’arbitro è rigore. Sul dischetto va Sereni che fredda Vettorel. Dopo tre minuti di recupero arriva il triplice fischio.

I voti agli azzurri:

VETTOREL 6: attento e reattivo sulla conclusione ravvicinata di Sereni. Fa venire qualche brivido quando, in occasione di un’uscita un po’ avventata, viene anticipato di testa da Iannoni. Per il resto è sempre puntuale quando è chiamato in causa.

SEMPRINI 6: in crescita dopo un periodo no che l’ha visto relegato addirittura in panchina diverse volte. Si fa vedere in zona offensiva con due cross interessanti ma le potenzialità sono per prestazioni ancora migliori.

ROTA 7: sfrutta a dovere l’opportunità che gli viene concessa vista la squalifica di Kalaj. Gioca una partita impeccabile: bravo nell’anticipo sia con palla alta che con palla bassa, puntuale nelle chiusure sui diversi traversoni dell’Ancona e duro quando necessario.

MARINO 6,5: torna da un infortunio alla mandibola e guida alla grande la linea difensiva azzurra che ritrova una certa solidità. Impeccabile nelle chiusure ma soprattutto preciso quando deve impostare dal basso.

IMPERIALE 5: giornata negativa per il terzino sinistro azzurro che si sovrappone con il contagocce e, nelle poche volte che accade, i suoi cross non sono per niente interessanti. Punta dell’iceberg è l’errore in occasione di una chiusura in scivolata in piena area di rigore nella quale tiene il braccio largo con la conseguenza di fermare la sfera. Per l’arbitro è rigore netto.

BATTISTELLA 7: dopo un periodo di appannamento in cui  appariva meno lucido e propositivo, il giovane scuola Udinese sforna una bella prestazione sulla falsa riga di quelle viste ad inizio stagione. Pressing a tutto campo, recupero palle ed inserimenti continui e puntuali come in occasione della rete del momentaneo vantaggio.

LUCI 6,5: si riprende in mano il centrocampo azzurro. In una partita difficile dal punto di vista fisico vista la pesantezza del campo, il capitano è sempre nel posto giusto al momento giusto nella fase di interdizione. Bene anche nella costruzione e nelle verticalizzazioni.

FIGOLI 6: sostituisce nel ruolo di mezzala sinistra Tunjov convocato in nazionale. Parte bene, con il giusto piglio e la giusta cattiveria. Nella ripresa si rende protagonista di un bel colpo di testa che però è debole e di facile preda di Avenna. Cala sul finire di match.

BRAMANTE 6,5: schierato trequartista, dà il meglio di se quando però dalla fascia destra converge verso il centro con serpentine e dribbling secchi. Bravo anche nel raccordare il centrocampo con l’attacco. Dalla combinazione tra lui ed Energe arriva il goal di Battistella.

ENERGE 6: insieme a Bramante, è il giocatore più pericoloso della Carrarese. Semina il panico due volte con due inserimenti palla al piede conditi da dribbling nello stretto ma le conclusioni successive sono deboli.

GIANNETTI 6,5: partita di sacrificio per l’ultimo arrivato in casa azzurra. Lotta come un leone tra gli arcigni difensori marchigiani e quasi sempre ha la meglio sia nel gioco aereo che palla terra con la conseguenza di aiutare la squadra a salire e/o di innescare gli inserimenti dei compagni.

GALLIGANI 5,5: entra al posto di uno stanco Energe. Interessanti qualche scatto in profondità palla al piede ma le conclusioni sono deboli ed imprecise.

GIRGI SV: Di Natale lo manda in campo al posto di Bramante per coprirsi e creare una linea a 5 in fase di contenimento.

DI NATALE 6,5: non sarà stata una settimana facile per il tecnico azzurro ma è riuscito nell’intento di non perdere il controllo della squadra e di aiutare i suoi uomini a superare soprattutto mentalmente i brutti risultati di Modena ed Olbia. Grazie al recupero di Marino la sua squadra ha ritrovato una certa solidità difensiva abbinata a buone trame di gioco, con il tutto che ha permesso di gestire la partita concedendo ben poco agli avversari. Ha peccato di difensivismo sul finire di match ma in qualche modo può essere giustificato dal fatto che si stava concretizzando un bel risultato per la sua troupe e lo voleva portare a casa a tutti i costi.