Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Di Natale: «Svoltare per non essere risucchiati». Colavitto: «Non ho ricette ma so cosa possono dare i ragazzi»

Le dichiarazioni dei due tecnici prima della sfida che andrà in scena oggi alle 15:00 allo stadio dei Marmi di Carrara

CARRARA –  In vista del match odierno allo stadio dei Marmi (ore 15:00) tra Carrarese ed Ancona, valevole per la quattordicesima giornata di campionato serie C girone B, queste le dichiarazioni pre-gara dei due allenatori:

Qui Carrarese, l’allenatore degli azzurri Antonio Di Natale: “La squadra vuole svoltare dopo le ultime due gare in cui non abbiamo brillato nelle prestazioni senza, infatti, ottenere punti. Cali di attenzione e concentrazione sono le principali ragioni di sconfitte anche consistenti, nei numeri. Le reti subite al “Nespoli” sono state quasi seriali, non possiamo permetterci defaiance del genere perché, cosi facendo, rischi di compromettere irrimediabilmente le partite. Purtroppo i numeri recitano di troppi goal subiti, concentrati in quelle gare che hanno ormai un finale scritto ma che, inesorabilmente, trasformiamo in figure non edificanti per nessuno. Il trend deve essere cambiato e pure in fretta per non essere risucchiati verso il basso, dovendo e potendo giocare per scenari diversi. Recuperiamo la compattezza, dobbiamo essere quel blocco unico che si è mostrato con una precisa identità in più partite. L’Ancona Matelica è squadra difficile da affrontare, è partita bene ed ha dimostrato di possedere caratteristiche di tutto rispetto per la categoria. Lo schieramento è un 4-3-3 stretto e capace di coprire bene gli spazi sia in proposizione che ripiegamento ed i risultati delle ultime domeniche non ingannino e non cambiano il rispetto che i marchigiani meritano. Fisicamente non siamo in flessione ed andremo a recuperare i reduci da quella sindrome influenzale che ha un po’ condizionato la forma e disponibilità di alcuni elementi nella precedente gara anche se andremo a perdere Kalaj al centro della difesa e Pasciuti in mediana in quanto fermati dal Giudice sportivo ed i nazionali Tunjov e Khalioti. In questo senso ho soluzioni in rosa che mi consentono di ovviare alle loro mancanze. Anche Giannetti si sta integrando bene nel gruppo anche perché tecnicamente e per esperienza può diventare riferimento per la squadra ma serve affiatamento e tale aspetto l’allenamento e solo quello, riesce a dare”.

Qui Ancona, il mister dei marchigiani Gianluca Colavitto: “Mi aspetto che i ragazzi trovino quella spinta che ti permette di far andare l’episodio a tuo favore. Ricette non ne ho: c’è una sfera dell’inconscio in cui è difficile entrare in ogni persona. Le prestazioni le ho viste, ho sempre mantenuto il mio equilibrio. So quello che mi possono dare i miei ragazzi. La Carrarese ha un potenziale d’attacco importante, sarà una gara tosta perché loro hanno in campo gente di qualità. Contro l’Entella abbiamo avuto uno dei migliori approcci alla gara quest’anno: può darsi che in questo momento ci sia un leggero appagamento tra i ragazzi. In campo cerco sempre di schierare il miglior undici possibile. L’incontro con gli ultras? Spero ci serva da stimolo per la partita di domani”.