Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Carrarese 1-0 Pistoiese, le pagelle: ancora una volta, meravigliosamente Energe

CARRARA – Dopo la vittoria schiacciante di Imola, per la Carrarese arrivano altri tre punti, frutto questa volta di tenacia e grinta. Sin dai primi minuti si vede quale sarà il copione: gli uomini di Di Natale padroni del gioco e gli uomini di Sassarini chiusi nella loro metà campo e pronti a ripartire in contropiede. Gli azzurri faticano a scardinare la linea a cinque degli arancioni e le uniche palle gol su azione sono il colpo di testa fuori misura, il tiro deviato in angolo entrambi di Battistella e la conclusione mancina di Bramante che Crespi neutralizza senza particolari problemi. I marmiferi vanno vicini al gol con una splendida punizione a giro di D’Auria ma la sfera si stampa all’incrocio dei pali alla sinistra del portiere ospite. Ad avvio ripresa gli uomini di Di Natale partono forte e creano due nitide palle gol con Pasciuti e Doumbia. Il primo calcia centralmente un rigore in movimento mentre il secondo da due passi dalla porta colpisce debolmente agevolando la parta bassa di Crespi. Quando ormai lo 0 a 0 sembra il risultato finale, sugli sviluppi di una punizione calciata da Luci la palla arriva, dopo una deviazione di Sabotic, ad Energe che senza pensarci prova una rovesciata con la palla che finisce proprio nell’angolo basso alla sinistra dell’estremo difensore arancione. E’ il tripudio allo stadio dei Marmi al triplice fischio dell’arbitro.

I voti agli azzurri:

VETTOREL 6: quasi mai chiamato in causa, eccetto nel primo tempo quando con una bella e sicura uscita con i pugni leva dalla testa del gigante Vano la sfera.

ROTA 6,5: dopo un’avvio in sordina, prende coscienza della sue qualità e gioca una partita impeccabile: sia nel primo tempo come di terzino destro che nella ripresa come centrale al fianco di Kalaj neutralizza chiunque passi dalle sue parti. Piano piano sta tornando il giocatore ammirato, seppur per poco tempo, lo scorso anno.

KALAJ 7: Come Walter Samuel, l’ex Grosseto è “the wall”. Giganteggia sia sul possente Vano che sul più ecclettico Pinzauti; è duro ma preciso nelle chiusure ed elegante in impostazione.

MARINO 6,5: sempre più sicuro e concentrato negli interventi e nelle scelte di gioco. Assieme a Vettorel è provvidenziale nell’annullare Vano nell’unica azione pericolosa della Pistoiese. Proprio in quel frangente rimedia un colpo alla nuca che lo costringe a rimanere negli spogliatoi ad inizio ripresa.

IMPERIALE 6,5: come sempre fa le due fasi in maniera egregia. I suoi cross dalla sinistra costituiscono sempre un pericolo per gli avversari.

BATTISTELLA 7: sempre nel vivo del gioco, dai suoi recuperi palla nascono le azioni più pericolose della Carrarese: il tiro deviato in corner dopo una bella serpentina nel primo tempo ed l’assist al bacio per Pasciuti ad inizio ripresa.

LUCI 7: è l’uomo giusto al momento giusto; ogni sua scelta di gioco è quella azzeccata. E’ sua la pennellata verso l’area di rigore che mette in apprensione la retroguardia arancione e porta alla rete di Energe.

PASCIUTI 6: il meno positivo del centrocampo azzurro sebbene giochi tutto sommata una partita ordinata ed attenta. Si divora il gol del possibile a 1 a 0 ad inizio ripresa sbagliando un rigore in movimento.

BRAMANTE 5,5: presente nelle trame di gioco ma pecca di precisione nelle giocate. Più volte sbaglia la misura o la forza del passaggio.

D’AURIA 6: nel primo tempo svaria su tutto il fronte offensivo per cercare la zona di campo per accendersi. I suoi cross dalla bandierina sono sempre forti e ben tagliati. Batte meravigliosamente una punizione ma l’incrocio dei pali gli nega la gioia del gol. Cala nella ripresa e viene sostituito.

DOUMBIA 5,5: in difficoltà per tutto il match: i tre difensori centrali della Pistoiese non gli concedono nemmeno un centimetro e di testa lo anticipano sempre. Ha la possibilità di portare in vantaggio i suoi all’inizio del secondo tempo ma calcia debolmente a due passi dalla porta agevolando la parata di Crespi.

SEMPRINI 5: sostituisce ad inizio ripresa Marino ma appare in difficoltà dal punto di vista fisico: non riesce a sovrapporsi con costanza ed in almeno due circostanze si fa tagliare fuori dal diretto avversario lasciandogli campo per l’incursione.

TUNJOV 6,5: entra al posto di Pasciuti fornendo più dinamismo alla zona sinistra del centrocampo azzurro. Si rende protagonista di una bella giocata di tacco che manda al bar Mezzoni arrivando poi al cross dal fondo.

ENERGE 8: entrato al posto di D’Auria, fino al momento del gol i difensori ospiti erano riusciti ad annullarlo ma poi si inventa un gol da cineteca, da vedere e rivedere. Senza pensarci decide di tentare una rovesciata e fortunatamente la palla si insacca nell’angolino alla sinistra di Crespi regalando così tre punti alla Carrarese facendola volare in classifica.

INFANTINO 6: alla mezz’ora della ripresa sostituisce Doumbia; quasi allo scadere conquista con la tenacia e la forza di un leone il fallo decisivo da cui scaturisce la punizione calciata da Luci e la successiva magia di Energe.

MAZZARANI SV: a 15 minuti dal termine prende il posto di Bramante.

CECCOMORI 6,5: in questa partita prende il posto di mister Antonio Di Natale a causa della squalifica di quest’ultimo ma non ne fa sentire la mancanza. Per tutti i 90 minuti guida ed incita assieme al suo secondo gli uomini in campo.