Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Caccavallo: «Baldini persona eccezionale. Il futuro? Sono una fenice che resuscita sempre»

L'attaccante della Carrarese ha parlato in esclusiva durante la diretta Instagram di "Taca La Marca". «Uno dei gol più belli? Quello a Vercelli»

CARRARA – “Sono una fenice che resuscita sempre, e mi aspetto che accada ciò nel prossimo campionato”. Conclusa una stagione deludente a livello di collettivo e tribolata sul piano personale e degli infortuni, Giuseppe Caccavallo ha tirato le somme parlando in esclusiva durante la duretta Instagram di “Taca La Marca”, lasciando intendere, fra le altre cose, quelli che sono i suoi obiettivi personali per il prossimo futuro.

Alla domanda su quali sono i suoi idoli calcistici, l’ex bomber di Paganese e Casertana ha parlato anche di Totò di Natale, subentrato a mister Silvio Baldini a tre giornate dal termine della stagione. “Da napoletano sono cresciuto con il mito di Maradona – ha spiegato – poi ovviamente da grande mi sono appassionato a Messi. Inoltre a Carrara ho avuto l’onore di essere allenato da un altro grande calcio italiano come Di Natale”. Tra gli allenatori che hanno segnato di più la sua carriera, poi, c’è sicuramente anche Baldini. “L’ho avuto per tre anni, è davvero una persona eccezionale fuori e dentro il campo. Inoltre non posso non menzionarti Bucchi, Grassadonia e Zeman”.

Tra i duelli sportivi più difficili, invece, c’è quello con l’attuale compagno di squadra Michele Murolo, che in passato aveva affrontato come avversario: “Davvero un giocatore tosto e difficile da superare. Altro ottimo difensore con cui mi solo confrontato è stato Maurizio Domizzi, che ho avuto come compagno di squadra a Venezia. In generale il giovedì nella classica partitella in famiglia era meglio averli in squadra assieme”.

Caccavallo ha poi ricordato il gol segnato a Vercelli, nell’incredibile rimonta di due anni fa che ha segnato il passaggio del turno ai playoff: “Ho realizzato alcuni bei gol in carriera, ma con la Carrarese cito la rete contro la Pro Vercelli nei playoff, contro la quale ci serviva solo vittoria”.

E impossibile non citare il record di gol segnati due stagioni fa insieme a Ciccio Tavano, con cui i due erano arrivati persino a competere con tandem d’attacco del calibro di Messi-Suarez e Mbappé-Neymar. “Ho avuto il piacere di giocare con due calciatori dalla classe immensa come Tavano e Maccarone. Soprattutto con il primo, qualche stagione fa stavamo battendo tutti i record di reti nelle leghe professionistiche tenendo testa ai grandi fenomeni del calcio europeo”.