Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrarese, arriva la capolista. Baldini: «Speriamo di farle male con le nostre armi»

Lunch match per la squadra di Baldini, costretta a fare risultato pieno per non essere risucchiata nelle zone basse della classifica

Più informazioni su

CARRARA – Scivolare nelle zone basse della classifica, per una squadra costruita per vincere, sarebbe un paradosso difficile da digerire in questo finale di campionato, oltre che una preoccupazione concreta per lo spettro playout. Se la Carrarese vuole invertire marcia, rispetto a un trimestre decisamente nero, deve iniziare a farlo dalla sfida contro la capolista Como. Il momento non è positivo. Non lo è perché la squadra di Baldini è reduce da due sconfitte, la prima delle quali aveva spinto l’allenatore a dare le dimissioni (subito respinte dalla società, che lo ha confermato alla guida tecnica), e perché il ritiro di Coccaglio in vista della trasferta di Crema sembra non aver dato frutti. Incontrare la prima forza del girone, tuttavia, può rappresentare un fattore positivo sul piano della motivazione per gli azzurri, che devono ritrovare coraggio e sicurezza nei propri mezzi.

Il Como è reduce dal 4-2 ai danni del Pontedera che ha interrotto una striscia di un pareggio e due sconfitte. A Carrara si presenterà senza il difensore Bertoncini e la punta Gabrielloni, entrambi squalificati. L’attaccante Ferrari, reduce da un infortunio, probabilmente partirà dalla panchina. La Carrarese, invece, recupera Pasciuti dopo il turno di squalifica, mentre per Giudici dovrebbe esserci spazio a partita in corso.

“Le ultime due sconfitte non ci consentono di fare considerazioni diverse da quelle di stringere i denti, consci delle difficoltà che abbiamo – ha dichiarato Baldini alla vigilia della sfida –  E’ importante tornare ad essere pericolosi in zona goal, costruire azioni e graffiare più di quanto sia stato fatto negli ultimi match, anche se è stata una costante un po’ in tutta la stagione, perché solo segnando puoi indirizzare le partite a tuo favore. Abbiamo bisogno di punti, di alzare la testa tanto nei risultati che nella continuità della prestazione in gara. Occorre essere capaci di convivere con le difficoltà, al primo passo falso che può accadere in partita non possiamo permetterci di non reagire e di toglierci dalla contesa. La squadra deve giocare senza condizionarsi troppo in vista del risultato e rimanere dentro la partita alla ricerca dell’episodio giusto. Non dobbiamo essere arrendevoli, ma impattare la partita con mentalità. Stiamo  recuperando qualche infortunato per giocarci al massimo le nostre possibilità e ci giocheremo con tutte le nostre armi una gara di un certo tipo. Sfruttiamo, dal punto di vista mentale, il fatto di incontrare la prima della classe sapendo di poterle far male con le nostre armi”.

La probabili formazioni:
Carrarese (4-3-3): Mazzini; Pasciuti, Tedeschi, Murolo, Ermacora; Foresta, Luci, Schirò; Pavone, Infantino, Piscopo.
Como (3-4-3): Facchin; Allievi, Crescenzi, Solini; Iovine, Arrigoni, Bellemo, Daniels; Gatto, Rosseti, Terrani.

Più informazioni su