LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrarese, niente da fare tra le mura amiche. Baldini: «La prestazione c’è stata, episodi decisivi»

«Non riusciamo più a recuperare le situazioni di svantaggio, come accadeva gli altri anni»

CARRARA – La scossa di Pistoia non è servita. La Carrarese inciampa ancora una volta allo Stadio dei Marmi, confermando il pessimo rendimento tra le mura amiche che va avanti da inizio stagione. Dopo essere passata in vantaggio sul Novara nel primo tempo grazie alla rete di un ottimo Caccavallo (poco prima un rigore sbagliato da Infantino), nella ripresa si è subito fatta riprendere dalla squadra di Banchieri che poi ha trovato il 2-1 in maniera rocambolesca, grazie anche ad un errore di Mazzini.

A fine gara, questo il commento di mister Baldini: “La prestazione c’è stata, come altre volte. Gli episodi segnano le partite ed in maniera decisiva ed, obbiettivamente, nel primo tempo il doppio vantaggio avrebbe dato un corso diverso alla gara. E’ vero che nelle scorse annate, in casa, le situazioni di svantaggio venivano addirittura ribaltate ma in questo campionato non ci riusciamo. Durante la settimana dobbiamo lavorare sempre più determinati e convinti perché, comunque, ne usciremo. Ad un certo punto della gara ci siamo messi a tre a centrocampo perché in mezzo c’era un po’ di sofferenza ed ho pensato di rimpolpare la zona centrale. E’ una soluzione come altre che durante una partita si provano per cambiare un po’ l’andamento della gara, anche se poi abbiamo subito il goal del vantaggio del Novara. Talvolta le gare assumono un finale al di là dei numeri.

Gli episodi segnano una gara e noi dobbiamo essere più bravi e pronti a cogliere il momento giusto e ad indirizzare le gare. E’ evidente che si deve essere più cinici quando hai l’occasione e attenti quando sei in fase di attesa dell’avversario, è un discorso collettivo che deve spingerci a fare di più e meglio.
Caccavallo? E’ stato autore di due ultime ottime prestazioni. Recuperare i nostri giocatori vuol dire avere risorse di più e non può che essere aspetto positivo”.