Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Il vantaggio doveva rappresentare la svolta, invece abbiamo perso sicurezza e tranquillità»

Mister Baldini al termine di Piacenza-Carrarese: "Le occasioni per raddoppiare e mettere in ghiaccio la gara non sono state sfruttate a dovere, ed il calcio poi ti punisce"

CARRARA – Niente da fare, la vittoria sfuma ancora. La Carrarese, in superiorità numerica al “Garilli” per gran parte del secondo tempo e in vantaggio di un gol, si fa beffare all’86esimo da un Piacenza agguerrito che, nonostante l’uomo in meno, ci ha creduto fino all’ultimo. Vantaggio azzurro firmato da Marilungo al 55esimo, abile a trasformare un rigore procurato da Giudici. Poi è mancata la freddezza per chiudere il match, e alla fine gli uomini di Scazzola hanno trovato la rete del pareggio con Lamesta. Altra doccia gelata per Foresta e compagni.

Di seguito il commento post gara di mister Silvio Baldini: “La nostra gara è stata giocata impensierendo il Piacenza, già nella prima frazione di gioco, con tre buone opportunità che non abbiamo trasformato in rete. Nella ripresa la sfida ha preso una piega decisamente diversa, complice la superiorità numerica che ci ha consentito di prendere campo e trovare immediatamente la circostanza giusta, il calcio di rigore guadagnato da Giudici e che avrebbe potuto rappresentare il vero momento della svolta della partita. Invece, per assurdo, la squadra è parsa poca sicura e tranquilla ed incapace di gestire al meglio l’uomo in più. Poi, le occasioni per raddoppiare e mettere in ghiaccio la gara non sono state sfruttate a dovere, ed il calcio poi ti punisce in una mischia in cui potevamo fare di più.
Non brilliamo per salute fisica e lucidità mentale in questo momento perché la partita del “Garilli”, così come quella di Busto, ci vedono uscire con soli due punti perdendone quattro negli ultimi istanti di gara e sempre su piazzato.
Prendo positivamente la voglia dei ragazzi di provare a ribaltare il match negli ultimi scampoli perché non si sono voluti arrendere.  Cerchiamo di guardare avanti, limitando tutto ciò che ci costa caro in questo momento”.