Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Pontedera-Carrarese, un match per uscire dalle sabbie mobili

Alle tante assenze dovute agli infortuni si aggiunge quella di capitan Foresta, squalificato. Baldini: «Dobbiamo partire dalle basi mostrate nelle ultime gare. Deve capire anche l'occasione sporca»

CARRARA – Dopo 72 ore esatte dalla sconfitta interna contro la Pro Sesto, la Carrarese torna in campo pronta ad affrontare la trasferta insidiosa di Pontedera. Neanche il tempo di metabolizzare l’ennesima beffa tra le mura del Dei Marmi, che gli uomini di Baldini sono chiamati ad un’altra importante sfida. La classifica inizia a lanciare segnali preoccupanti se si considerano le ambizioni di inizio campionato, e per uscire dalla crisi, adesso, serve soltanto tornare a fare i tre punti. Un obiettivo tutt’altro che semplice, per di più in un campo difficile come quello dell’Ettore Mannucci, contro una squadra organizzata e che gioca bene a calcio. All’andata tuttavia la Carrarese seppe imporsi bene peraltro sfoderando una delle sue migliori prestazioni. Al vantaggio firmato allo scadere del primo tempo da Pasciuti rispose Caponi su rigore al 25esimo della ripresa. A decidere la sfida, 10 minuti dopo, l’incornata di Murolo su calcio d’angolo. Era una Carrarese diversa, più sicura dei propri mezzi, priva sì di qualche pedina ma non alle prese con un’emergenza infortuni che da qualche settimana a questa parte ha di fatto decimato la rosa.

Su questo fronte nessuna buona notizia: gli uomini a diposizione saranno quelli di tre giorni fa. Non ce la fanno Luci e Infantino, così come è ancora presto per il recupero completo di Caccavallo, Murolo e Doumbia. Anche Mazzini ancora ai box, con Pulidori pronto a difendere i pali anche questa volta. Alle numerose assenze si aggiunge anche quella di capitan Foresta, squalificato.

In casa Pontedera, oltre ai lungodegenti Parodi, Benericetti e Ropolo, non ci saranno l’infortunato Piana e lo squalificato Catanese.

“Pontedera significa affrontare una squadra che lavora da tempo, dentro e fuori dal campo, con una certa metodologia  e continuità – ha detto Baldini alla vigilia del match -. Di stagione in stagione vengono costruite rose all’altezza e ciò è dimostrato da risultati che si sono consolidati nel tempo e si confermano anche allo stato attuale.
E’ un turno infrasettimanale, sarà importante essere più freschi e lucidi possibili anche in considerazione degli sforzi che ha comportato la partita di sabato contro la Pro Sesto.  La volontà è quella di tirarsi fuori dalle sabbie mobili in cui ci siamo infilati negli ultimi tempi per i noti motivi. La nostra partita deve partire dalle basi mostrate nelle ultime gare; occorre giri in senso positivo l’occasione anche sporca come successo, a nostro discapito, a Pro Patria e Pro Sesto. E’ fondamentale continuare a dare certe risposte, in primis, a noi e poi a tutti quelli che ci considerano fuori dai giochi perché alla Carrarese manca poco per tornare ai propri standard. E’ chiaro che dobbiamo fare di più per centrare il risultato e poi cercare anche la continuità, la vera differenza per segnare il passo del nostro prossimo futuro campionato”.

Le probabili formazioni:
PONTEDERA (3-5-2): Sarri; Matteucci, Risaliti, Bennassai; Regoli, Perretta, Caponi, Barba, Milani; Magrassi, Semprini.
CARRARESE (4-2-3-1): Pulidori; Grassini, Borri, Milesi, Ermacora; Schirò, Pasciuti; Manzari, Piscopo, Pavone; Marilungo.