LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Pro Vercelli-Carrarese (3-1): le pagelle

CARRARA – I nuovi arrivi in casa Carrarese non bastano. Anzi, servono solo a colmare i vuoti in formazione a causa di un’emergenza infortuni che sembra interminabile. A Vercelli il risultato (3-1) rispecchia le difficoltà del momento: giocatori in affanno, tanti a mezzo servizio, e panchina cortissima. Il gol del pareggio di Pavone con l’assist perfetto del neo acquisto Marilungo regala solo un’illusione. E alla fine si rivela una delle poche note positive della sfida.

Di seguito le pagelle:

MAZZINI 6.5: incolpevole sulle tre reti subite, provvidenziale in diverse occasioni nel limitare il passivo ed evitare il dilagare degli avversari.
GRASSINI 5: in affanno per tutto il match di fronte alla dinamicità di Zerbin, che dalle sue parti fa il diavolo a 4.
MILESI 5.5: parte bene ma cala col passare dei minuti, con Comi che riesce ad avere la meglio più volte nell’uno contro uno. Influisce forse sulla sua tenuta fisica lo scarso minutaggio a Modena.
IMPERIALE 5: indeciso e poco lucido in occasione del 3 a 1 siglato da Dalla Morte, che lo salta con un dribbling secco e poi insacca. Costretto ad uscire per infortunio sul finire di primo tempo.
SCHIRO’ 5: il ruolo inedito gli genera solo confusione, soprattutto quando lo costringe a ripiegare come terzino sinistro. Più volte fuori posizione quando deve coprire Gatto.
LUCI 5.5: non al top della condizione fisica e supportato poco dai compagni a centrocampo, commette diversi errori nella costruzione di gioco. Nel primo tempo rischia tantissimo con un passaggio orizzontale sbagliato che manda in porta Zerbin.
FORESTA 5.5: solito lottatore, recupera diversi palloni e prova più volte ad inserirsi in avanti ma senza mai creare grossi grattacapi alla difesa di casa.
PAVONE 6: croce e delizia, con il bel gesto tecnico che porta al momentaneo pareggio e poi, poco dopo, il fallo da rigore su Zerbin. In ogni caso, insieme a Marilungo, è l’uomo più propositivo del reparto offensivo.
PISCOPO 4.5: evanescente per tutta la partita, con un assurdo passaggio orizzontale spalanca il campo a Della Morte per realizzare il 3 a 1.
MANZARI 5: a sinistra non punge come dovrebbe, la prestazione di oggi ne è la conferma. Mai pericoloso e costantemente anticipato dagli avversari.
MARILUNGO 6: nonostante la condizione fisica non ottimale lotta fino alla fine svariando su tutto il fronte offensivo, arretrando spesso per accorciare i reparti e aiutare i compagni. Suo il cross al bacio per Pavone.
ERMACORA 5.5: in difficoltà rispetto alla scorsa domenica, quando era stato uno dei migliori in campo. Sostituisce Imperiale sul finire di primo tempo e nella ripresa gioca nell’inedito ruolo di centrale di sinistra, soffrendo però sia la fisicità di Comi che la rapidità di Rolando.
BORRI sv. Entra per limitare le iniziative avversarie sul finale di match e scongiurare una sconfitta più pesante.
AGYEI sv. Subentra a Grassini, a terra per crampi.

BALDINI 5: va premesso che la sua squadra era ridotta all’osso dagli infortuni e che l’11 iniziale era quasi obbligato. Tuttavia la scelta di cambiare modulo non sembra aver giovato ai suoi, apparsi più in confusione del solito e meno compatti. Discutibile la decisione di optare per una difesa a 3, perlopiù sacrificando Borri in panchina, la cui presenza accanto a Milesi poteva garantire maggiore solidità. La manovra offensiva si conferma sterile e le idee poche e confuse.