LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Como-Carrarese (2-1): le pagelle

CARRARA – Seconda sconfitta consecutiva per la Carrarese, che al Giuseppe Sinigaglia di Como si fa beffare dopo aver tenuto il pallino del gioco per buona parte della ripresa. Il primo tempo era terminato per 1-1, con la rete di Calderini a rispondere a Gatto. Di seguito le pagelle degli azzurri:

MAZZINI 6. Incolpevole sulle reti subite, efficace quando chiamato in causa nelle uscite fuori area. Compie una bella parata su Walker qualche istante prima del raddoppio del Como.
VALIETTI 5.5. Diligente in fase difensiva ma poco partecipe alla manovra offensiva, non riesce mai ad arrivare sul fondo per servire i compagni.
BORRI 6.5. Gioca una partita ordinata gestendo senza troppe difficoltà un avversario insidioso come Gabrielloni.
AGYEI 5.5. Sicuramente più attento rispetto alla disastrosa partita di domenica scorsa, paga però la disattenzione in occasione del gol di Arrigoni: Walker lo sorprende con un taglio alle sue spalle, riesce a calciare e sulla respinta di Mazzini l’ex Siena realizza il 2-1.
IMPERIALE 5. Lascia sguarnita la fascia sinistra in occasione della rete di Gatto. In difficoltà sul piano atletico, fatica a proporsi in avanti e i pochi cross che riesce a piazzare sono lenti e imprecisi.
FORESTA 5.5. Oltre all’aggressività e al dinamismo, che sicuramente non gli mancano, servirebbe maggiore contributo da parte sua nella manovra e nell’inserimento.
LUCI 5,5. Nel primo tempo non riesce neanche nel più semplice dei passaggi: irriconoscibile. Cresce nella ripresa, con gli avversari che concedono più spazi, e prende in mano le redini del centrocampo, fornendo addirittura una palla al bacio per Infantino che però il bomber azzurro non sfrutta a dovere.
SCHIRO’ 6. Firma l’assist per il colpo di testa di Calderini e nella battuta dei calci da fermo si conferma una garanzia. In ritardo però nel ripiegamento su Arrigoni in occasione del raddoppio.
CALDERINI 6.5. Sigla il suo primo gol in questa stagione svettando sul secondo palo su un ottimo cross di Schirò. Nel resto del match ha il merito di tenere in apprensione la fascia destra del Como.
INFANTINO 5. Spreca ancora qualche occasione di troppo. Sul momentaneo 1-1 ha l’occasione di trovarsi a tu per tu con Facchin grazie ad un buon filtrante di Luci ma sbaglia nel controllare la palla e perde l’attimo per calciare. In area mancano il suo cinismo e la sua freddezza.
MANZARI 5.5. Meno brillante rispetto alle precedenti partite. Riesce a farsi vedere soltanto con una buona accelerazione sulla destra vanificata dall’intervento di un difensore di casa in scivolata.
CACCAVALLO 5.5. Più partecipe alla manovra offensiva rispetto a Manzari, ma troppo impreciso nelle conclusioni: capita sulla sua testa l’occasione migliore per il 2-1 ma da pochi passi non inquadra lo specchio della porta. Fuori misura anche le sue conclusioni dalla distanza.
CAIS 5.5. Schierato alla mezzora del secondo tempo riceve pochissimi palloni giocabili. Sulla fascia sinistra fa quel che può, ma appare ancora troppo sacrificato.
PASCIUTI 5.5. Entra al posto di Foresta e conferisce più geometria e visione di gioco ma ha difficoltà a trovare la posizione giusta in campo. In alcuni frangenti finisce quasi per ostacolare Caccavallo e Valietti, andando ad occupare i loro spazi di gioco.
PISCOPO sv. Gioca gli ultimi scampoli di partita.

BALDINI 5.5. La sua squadra incappa nella seconda sconfitta consecutiva dopo un filotto di risultati positivi. L’avvio di gara è da dimenticare, così come i primi 37 minuti, fino alla rete di Calderini. La ripresa è un’altra storia, con la Carrarese assoluta padrona del gioco, ma i troppi errori sotto porta tengono in vita il Como, che nel momento migliore degli azzurri trova il nuovo vantaggio. Occorrerà adesso lavorare sulla testa dei giocatori per eliminare le scorie di una sconfitta tutto sommato immeritata.