LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Giana Erminio-Carrarese (1-2): le pagelle

CARRARA – Una Carrarese convincente sul piano della prestazione e cinica sotto porta espugna per la prima volta nella storia il campo di Gorgonzola, consolidando il terzo posto in classifica e portandosi a un solo punto dalla Pro Vercelli, seconda alle spalle del Renate. Di seguito le pagelle degli azzurri:

MAZZINI 6.5. Sicuro negli interventi quando chiamato in causa, può poco sul tiro di Montesano. Miracoloso qualche minuto prima sulla botta di D’Ausilio.
VALIETTI 6.5. Attento ed efficace nel primo tempo, quando con una diagonale perfetta anticipa Corti liberato da un rimpallo. Nella ripresa prova a farsi vedere in avanti approfittando degli spazi lasciati dalla Giana alla ricerca del pari.
BORRI 7. Senza Murolo in campo è lui il leader della difesa. Esce vincitore dal duello con Perna, che non riesce mai a girarsi.
AGYEI 6. Poche sbavature per il ghanese, sebbene non nel suo ruolo naturale e nemmeno al top della forma. Sul finire di primo tempo, dopo qualche intervento troppo irruento, rimedia l’ammonizione.
IMPERIALE 6. Più impreciso del solito, ma sempre nel vivo della manovra azzurra. Nel primo tempo prova a fraseggiare con Calderini ma la linea a cinque della Giana concede loro pochi spazi.
FORESTA 7. In campo è ovunque e con il suo pressing blocca sul nascere ogni iniziativa avversaria. Sfortunato nel primo tempo quando trova il tempo perfetto di inserimento ma il suo colpo di testa si stampa sul palo. La troppa foga negli interventi gli costa il cartellino giallo.
LUCI 7. Cresce alla distanza, come accade ormai da diverse partite. Nella ripresa prende in mano le redini del gioco e gestisce i ritmi. Prezioso in fase di ripiegamento, la sua esperienza gli permette di leggere sempre in anticipo la giocata avversaria.
MANZARI 7.5.  Il più in forma nel reparto offensivo. Abile nell’inserimento tra le linee, freddissimo nel realizzare la rete del vantaggio. In gol per la seconda volta consecutiva, conferma la buona prova di domenica scorsa.
PISCOPO 7. Mette la firma sul gol che vale il 2-0 dopo un inserimento dei suoi tra due difensori: quando deve colpire in area, è sempre infallibile. Si fa notare anche nel primo tempo servendo a Infantino un pallone d’oro nell’area piccola che però il bomber lucano non riesce a sfruttare al meglio.
CALDERINI 5.5. Non trova spazi per esprimere al meglio il suo repertorio. Decisamente più in ombra rispetto alla buona prova contro l’Olbia.
INFANTINO 6.5. Sbaglia qualcosa di troppo sotto porta, il che per lui è decisamente insolito. Compensa però con i due assist prima per Manzari e poi per Piscopo, confermando la buona intesa con il numero 30.
PASCIUTI 6. Pochi palloni toccati per il numero 19. Fa il suo ingresso in campo quando la squadra deve badare a gestire il vantaggio ed annullare il forcing della Giana, motivo per cui, probabilmente, si vede poco in fase offensiva.
PAVONE 5.5. Gioca un buon spezzone di partita ma non riesce ancora a tirare fuori tutto il suo potenziale.
SCHIRO’ 6. Sostituisce un esausto Foresta e contribuisce a fermare le sortite offensive della Giana alla disperata ricerca del gol che riapra il match.
CAIS 6. Seppur non nella sua posizione naturale aiuta la squadra soprattutto in fase di contenimento. Suo il primo pressing per evitare che la Giana imposti in tranquillità la manovra.
ERMACORA sv. Gioca soltanto i minuti di recupero.
BALDINI 7. Terza vittoria consecutiva, tre successi nelle ultime tre trasferte e terzo posto saldato. La sua Carrarese si dimostra matura, compatta e cinica. Sceglie di schierare Manzari facendo rifiatare Caccavallo e il numero 9 lo ripaga con una prestazione maiuscola e con il gol che apre le marcature. E anche l’intesa tra Infantino e Piscopo sembra essere sempre più forte.