Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

La Figc esclude cinque squadre dalla serie C

Oltre al Chievo Verona in B, Novara, Carpi, Casertana, Paganese e Sambenedettese non hanno i requisiti per prendere parte alla prossima stagione e quindi salutano, al momento, il professionismo.

Più informazioni su

    I verdetti sono stati confermati. Il Consiglio Federale che si è riunito a mezzogiorno ha dato ragione a quanto aveva già deliberato la Covisoc in prima istanza lo scorso 8 luglio e martedì scorso durante la discussione dei ricorsi. Chievo Verona, Novara, Carpi, Casertana, Paganese e Sambenedettese non hanno i requisiti per prendere parte alla prossima stagione e quindi salutano, al momento, il professionismo.

    A Verona è la fine di un’epoca. Il Chievo paga a caro prezzo il non aver rispettato alcune scadenze con il Fisco di un debito rateizzato. Così facendo l’accordo con l’Agenzia delle Entrate su quel debito da 20 milioni di euro è decaduto e nonostante il Chievo abbia pagato poi le rate saltate negli ultimi giorni non c’è stato nulla da fare. Fuori per motivi simili anche Carpi, Novara, Paganese e Sambenedettese. La Casertana invece è fuori per non aver presentato nei termini prestabiliti la fideiussione da 350mila euro richiesta al momento dell’iscrizione. Dato che i ricorsi si discutono sugli incartamenti già presentati senza porter aggiungerne altri l’esclusione era matematica.

    A questo punto in serie B tornerà il Cosenza, mentre per la Lega Pro servono sei club, visto che il Gozzano pur vincendo il campionato ha rinunciato. Da oggi e fino a lunedì scatta la corsa al ripescaggio, mentre le bocciate hanno tempo 48 ore per ricorrere al Collegio di Garanzia del Coni.

    Più informazioni su