Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Città di Massa, il pres. Vannucci suona la carica: “Pronti alla battaglia”

Quando mancano tre giorni ai playoff per la massima serie parla il presidente: "Vedere tutto questo interesse intorno a noi ci fa enormemente piacere e ci fa capire che la strada presa è quella giusta"

Mancano solo tre giorni ai play off di Serie A2 nei quali sarà protagonista il Città di Massa, realtà che non è più una sorpresa ma una piacevole conferma nel panorama nazionale di Calcio a 5. Un percorso tanto inatteso quanto straordinario quello degli apuani negli ultimi due lustri, con tre promozioni che li hanno catapultati dalla C2 alla A2 e oggi ai blocchi di partenza per le finali il cui vincitore strapperà il ticket per la massima Serie. Il merito di questa incredibile escalation è di una società sana e ambiziosa al cui vertice c’è un ragazzo che crede nel lavoro e nell’umiltà e che passo passo ha trasformato un gruppo di amici in un entourage strutturato e professionale, ma che per prima cosa è una famiglia. Lo si capisce dal scelte di giocatori di livello assoluto che si accasano al “PalaOliveti” e rinunciano a chiamate di società più blasonate, dando il massimo per esultare a fine gara con i compagni. Come sempre con i piedi per terra il presidente Andrea Vannucci fa una disamina di questa annata e della sua gestione, analizzando i play off e la prossima partita sul campo dell’Atletico Nervesa:

Presidente, come valuti il percorso di questa stagione? “Buona sera, sicuramente un’annata molto positiva sotto il punto di vista dei risultati, in un anno particolarmente difficile dettato dall’incertezza che ci circonda tutti i giorni, dovuta alla situazione pandemica. La squadra ciò nonostante è stata molto brava, cosa non di poco conto, considerando anche che in estate abbiamo cambiato tanto dal punto di vista dell’organico ed è arrivato un nuovo allenatore con un sistema di gioco totalmente nuovo”.

Da quando hai formato il Città di Massa avete raggiunto dei risultati assolutamente inaspettati: dalla Serie C2 alla Serie A2 e adesso in lotta per il sogno A1. Di chi sono i meriti di questa crescita? “I meriti sono di tutti i componenti di questa società, la nostra forza è e rimane l’unione, tutti siamo fondamentali ed è grazie all’impegno e la passione che ci mettiamo ogni giorno che siamo arrivati dove siamo adesso. Quindi il merito è sicuramente della squadra che si è formata, sia nei giocatori che nei dirigenti”.

Siete diventati la realtà sportiva più importante del comune di Massa, con riconoscimenti e complimenti non solo dalle cariche sportive ma anche da quelle politiche. Quanto è importante per voi sentire questa vicinanza? “In un anno in cui sicuramente è mancato tanto il calore dei nostri tifosi al palazzetto, vedere comunque tutto questo interesse intorno a noi, sia da parte dell’amministrazione sia della gente, ci fa enormemente piacere e ci fa capire che la strada che abbiamo preso è quella giusta. E’ un aspetto che ci ha dato sempre tanti stimoli per cercare di onorare al meglio la nostra maglia, e la nostra città”.

Adesso siamo ai playoff, sabato sarete sul campo del Nervesa: Che partita sarà? “Sabato ci aspetta una nuova battaglia, mi aspetto una partita combattuta dove i ragazzi daranno il massimo per cercare di portare a casa il risultato. Sicuramente giocare fuori casa, con scontro secco e solo un risultato a disposizione non ci fa partire favoriti, ma sono sicuro che il mister e i ragazzi stanno preparando la partita nei migliori dei modi e sicuramente venderemo cara la pelle”.

Si sentirà la mancanza di un giocatore importante come Garrote? “Un giocatore come Antonio non si regala a nessuno, i numeri parlano per lui, la sua sarà sicuramente un’assenza importante, ma aveva cose più importanti da fare in questo periodo, sono sicuro che i suoi compagni avranno uno stimolo per far bene, anche per lui. Colgo la situazione per mandargli un grandissimo abbraccio, per fargli le congratulazioni a lui e alla compagna per la nascita della sua seconda figlia, e do a nome di tutta la società un benvenuto alla piccola”

Il percorso dei play off è lunghissimo da affrontare. Siete pronti per queste 6 battaglie? “Percorso lunghissimo e complicato, con i primi due turni secchi e gli altri due turni andata e ritorno. Sicuramente arrivati a questo punto saranno i dettagli a fare la differenza, noi siamo convinti di esserci preparati bene, sia dal punto di vista fisico che tattico, questo grazie al grande lavoro svolto da tutti i preparatori e allenatori. Poi sarà il campo a darci le risposte. Grazie mille”.