Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Alla Covetta arriva la Cuoiopelli di mister Marselli

Dalla vicina Fiumaretta il tecnico dei biancorossi impiegherà pochi minuti per raggiungere il Paolo Deste.

Non ci metterà tanto ad arrivare in questa trasferta, sicuramente ci impiegheranno piu’ tempo i suoi giocatori. Stiamo parlando del mister della Cuoiopelli Davide Marselli che da Fiumaretta impiegherà pochi minuti per raggiungere il Paolo Deste. Un tecnico giovane ma molto preparato, da sempre su panchine importanti ultima delle quali quella del Montecatini nella scorsa stagione. Marselli quest’anno è stato chiamato alla guida della formazione di Santa Croce sull’Arno ed i presupposti per cui in questa “ministagione” possa fare bene ci sono tutti. Ligure solo per pochi passi, in gioventu’ Marselli è stato un grande tifoso della Carrarese e sicuramente per lui sarà come giocare nel cortile di casa.

Queste le sue parole alla vigilia del debutto stagionale.

Ci stiamo allenando bene ma credo che siamo tra le squadre che hanno iniziato più tardi la preparazione, piu’ precisamente siamo ripartiti giovedi 25 marzo , quindi sono circa una ventina di giorni che ci alleniamo dopo ben cinque mesi di sosta , ossia dal 25 ottobre e domenica saremo già in campo per in gara ufficiale . Non è’ semplice preparare il tutto in così poco tempo e dopo un periodo di inattività così lungo ai ragazzi ho chiesto il massimo impegno in ogni allenamento ed in ogni gara ma sappiamo benissimo che sara’ molto complicato e non abbiamo grandi aspettative se non cercare di fare il meglio possibile e magari far esordire giovani, quei quattro o cinque ragazzi della classe 2003 frutto del nostro settore giovanile e che considero molto promettenti. Per quanto riguarda le cugineapuane Massese e San Marco sono tra le favorite senza dubbio considerato che già in estate avevano iniziato la preparazione prima di molte altre squadre , se non erro la San Marco addirittura versometà luglio , sono squadre importanti , con ottime rose e due allenatori molto preparati.”