Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Juniores Pontremolese, mister Alessandro De Biasi commenta il campionato 

Più informazioni su

PONTREMOLI- Il tecnico ligure Alessandro De Biasi è approdato nella stagione 2020/21 in lunigiana alla guida della Pontremolese Juniores Regionale. I lunigianesi iniziavano la stagione con una sconfitta di misura in casa dei “carrarini” del Don Bosco Fossone; il sabato successivo impattavano nel match casalingo contro i lucchesi del San Filippo, per poi prendersi i tre punti in casa del Pisa Ovest. Il team del tecnico azzurro e del suo inseparabile fido Luca Balderi (nella foto) viaggiavano dopo tre turni al terzo posto in compagnia dell’eterna rivale Camaiore ma poi lo stop e il nulla fino alla decisione della FIGC nei giorni scorsi di annullare definitivamente la stagione.

Contattato dalla nostra redazione De Biasi ha commentato il tutto con un lungo virgolettato: “Siamo fermi dalla fine di ottobre, dalla trasferta di Pisa, e non abbiamo fatto più niente sul campo ma da casa abbiamo sempre lavorato. Abbiamo approntato un buon lavoro fino a quasi un mesetto fa, diciamo con tre allenamenti settimanali on line, due li facevano loro da soli tramite un app che gli ho scaricato e al termine mi inviavano giornalmente delle sedute effettuate, quindi mi segnavo tutto l’andamento del gruppo svolto. Il giovedi di solito ci vedevamo tramite meet o zoom tutti insieme, si faceva una positiva chiacchierata, poi si iniziava con il nostro preparatore Luca Balderi nello svolgere un lavoro di quaranta minuti circa, a volte anche di più, tutti esercizi praticamente dentro le mura domestiche. Per questi ragazzi il secondo e lungo stop è stato “brutto”, già si erano fermati lo scorso anno, un campionato nuovo e stimolante su tutti i punti di vista, un bel gruppo, si cominciava a operare bene, poi il secondo stop per loro è stata una vera mazzata. Per portare un esempio penso a quei ragazzi del 2004 che hanno perso due annate di allievi, secondo la mia opinione questa categoria nelle giovanile è la più importante. Dispiace perchè a Pontremoli ho trovato un buonissimo ambiente, un’ottima società, ottime persone, intorno a me nella squadra juniores ha delle persone fantastiche, che mi mancano da morire, mi mancano quasi più i dirigenti che i giocatori. Uomini che mi hanno fatto sentire subito a casa, mi hanno accolto bene, disponibili al dialogo. Spero di rivederci tutti insieme per ripartire con solo certezze e compiere qualcosa di “duraturo”.

Più informazioni su