LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Città di Massa soffre ma fa bottino pieno

Gli apuani tornano da Mestre con tre punti grazie alle reti di Mesa e Lucas. Decisivo capitan Dodaro con parate straordinarie

Più informazioni su

CITTA’ DI MESTRE: Villano, Bordignon, Zannoni, Morillo, Douglas; Putano, Vettore, Mazzon, Crescenzo, Resner, Conte, D’Erme, all. Candeo.
CITTA’ DI MASSA: Dodaro, Garrote, Pichi, Bertoldi, Lucas; Nobili, Mesa, Guadagnucci, Cattani, De Angeli, Ussi, Quintin, all. Torre.
Arbitri: Parrella di Cesena; Lavanna di Pesaro.
Crono: Agosta di Rovigo.
Reti: 5’ st Mesa, 6’ aut. Guadagnucci, 13’ Lucas.

MESTRE– Un tenace Città di Massa soffre ma torna a casa da Mestre con tre punti importantissimi. Ventiquattro punti in totali con i quali gli apuani del presidente Vannucci restano in scia dell’Atletico Nervese (25) e della capolista L84 (27). Una gara molto equilibrata nella quale i padroni di casa, soprattutto nel primo tempo, mettono più volte alla prova capitan Dodaro il quale come al solito risponde presente con parete straordinarie. Bianconeri pericolosi con Bertoldi, che spreca un assist di Garrote, e in altre poche occasioni.

Nella ripresa gli apuani alzano subito l’asticella: Alvaro Mesa al 5′ si libera del marcatore e la pianta al sette. Dopo un solo giro di lancette il Mestre approfitta di un errore di Guadagnucci e rimette il risultato in equilibrio, ma al 13′, dopo una bella azione corale, Lucas riceve da Mesa e aggiorna sul 1-2. I locali non ci stanno e attaccano con insistenza ma gli uomini di Torre tengono botta e si affidano alla ripartenze, clamoroso il palo di Quintin a porta vuota. Nel finale i veneti giocano la carta del portiere in movimento, nessun problema per “saracinesca” Dodaro che neutralizza ogni tiro nello specchio, lasciando il risultato invariato fino al fischio finale.

 

Più informazioni su