LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Andrea Borghini candidato alla presidenza della Lega Pro: «Ecco la mia idea di “Lega dei giovani”»

CARRARA – “Nella mia idea di “lega dei giovani” non riaccadrà quello che è successo lo scorso ottobre con la modifica in corsa del regolamento sul minutaggio. E’ un impegno che prendo fin da ora e che voglio rendere chiaro soprattutto alle società del Girone A”. Entra così nel dibattito sul minutaggio il candidato alla presidenza della Lega Pro Andrea Borghini, ricordato quanto accaduto lo scorso ottobre quando a seguito della modifica del regolamento sul “minutaggio” le squadre del girone A hanno sollevato perplessità e contrarietà.

“Partiamo dal presupposto che la Lega Pro deve dare ampio spazio ai giovani – afferma Borghini -. Nelle mie squadre ideali in campo scendono ogni domenica giovani a cui si affiancano giocatori esperti che io definisco “formatori” per il loro compito dentro e fuori dal campo di calcio. Ma aldilà del numero, la questione è semplice: le società che puntano sui giovani vanno aiutate e non danneggiate. E’ un controsenso”.
“Se una società investe sui giovani va premiata, cambiare in corsa il regolamento e la distribuzione delle quote in maniera non proporzionale non è giusto. Nella mia futura gestione si ripartirà da un principio: le squadre che puntano sui giovani vanno premiate e soprattutto vanno tutelate”.