Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

San Marco, che carattere!

Mister Turi: "Faccio i complimenti a Valori che è un ragazzo in gamba e si meritava questa gioia"

Con due uomini in meno nel finale di gara la San Marco espugna lo stadio degli Oliveti di Massa per una rete a zero e prosegue il cammino nella Coppa Italia di Eccellenza di cui è anche detentrice del titolo. I rossoblu si confermano in questo modo la “bestia nera” della Massese. Una Massese che paradossalmente ha giocato meglio in parità numerica nella prima parte di gara. A regalare la vittoria alla squadra di Stefano Turi un gol alla mezz’ora della ripresa da parte del giovane difensore Valori, classe 2002 (foto). San Marco che è stata costretta a giocare buona parte della ripresa prima in dieci a causa dell’espulsione di Diawara per una presunta gomitata ai danni di Marcon e successivamente addirittura in nove per il doppio giallo rifilato a Zuccarelli,. Nonostante cio’ i rossoblu sono stati bravi a serrare le fila ed a difendersi soprattutto nei minuti finali di arrembaggio bianconero.

Le parole di mister Stefano Turi nel dopo match.

“Siamo riusciti ad uscire fuori da una partita decisamente difficile – ha commentato il tecnico degli avenzini -. reggendo molto bene l’urto di un avversario di grande qualità. Dopo l’espulsione di Diawara ci siamo difesi bene. Compito difficile giocare contro la Massese ma siami stati bravi a concretizzare l’azione che ci ha dato la vittoria. Faccio i complimenti a Valori che è un ragazzo in gamba e si meritava questa gioia. Le due espulsioni? Credo che Diawara col braccio volesse solo capire dov’era l’avversario e tenerlo a distanza. Ancora più inconcepibile è il secondo giallo a Zuccarelli che ha fatto un normale fallo di gioco”.

San Marco che quindi, con quattro punti nel minigirone accede al secondo turno di Coppa ma domenica sarà già clima campionato con la trasferta sul campo della neopromossa Prato 2000.