Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Virtus Marina di Massa, ancora 4 reti subite

Dopo il 4-1 della scorsa domenica i marinelli subiscono un altro poker, anche se almeno nel primo tempo hanno fatto vedere qualcosa e di buono

Più informazioni su

VIRTUS MARINA DI MASSA 0 CAPEZZANO PIANORE 4
VIRTUS MARINA DI MASSA: Giacobbe, Marku, Giudice, Ferrari, Betti, De Bellis, Alonso, Parigini, Nardini, Maggini, All. Tenerani. A disp. Gerini, Diop, Angeli, Iacazzi, Rosi, Lazzini.
CAPEZZANO PIANORE: Bartelletti, Meucci, Caniparoli, Romanini, Togneri, Pizza, Maestrelli, Grossi, Iardella, Fiaschi, Gigliotti, All. Puntelli, Motroni, Longobardi, Da Mommio, La Rosa, Picchi, Pisani, Checchi, Ratti.
Arbitro: Tundo di Pisa.
Marcatori: 24′ e 58′ Iardella, 56′ Autorete Betti, 72′ Fiaschi

ROMAGNANO- La Virtus Marina di Massa subise il secondo poker su due partite ufficiali ed è fuori dalla Coppa Toscana. Una squadra completamente nuova e ancora in fase di costruzione, con molti giovani e tanto lavoro da fare, ma che nella gara di oggi, almeno nel primo tempo, ha fatto vedere qualcosa e di buono, nonostante il pesante risultato evidenzi il contrario.

Nel primo quarto d’ora i padroni di casa nel sintetico del “Raffi” cercano di tenere il pallino del gioco e in parte ci riescono. Al 14′ Nardini prova il pallonetto a tu per tu con Bartelletti ma la palla finisce a lato. Capezzano che alla prima vera occasione passa in vantaggio con l’ex Serricciolo Iardella che di testa infila Giacobbe. La Virtus al 34′ ha una ghiotta occasione per rimettere il risultato in equilibrio ma questa volta è Maggini che non riesce a superare Bartelletti.

Dopo un buon primo tempo i marinelli crollano, prima con un autorete di Betti il quale devia nella propria porta per evitare il tap in di Iardella; poi due minuti più tardi lo stesso Iardella mette a segno la doppietta deviando in rete un cross dalla sinistra. Gli ospiti diventano padroni del campo, colpiscono un palo e subito dopo segnano ancora con  Fiaschi. Poi negli ultimi venti minuti avrebbero altre occasioni per segnare il quinto, mentre i bianconeri vanno vicini al gol della bandiera con Alonso.

Più informazioni su