LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

La San Marco ai tempi del Coronavirus

I giocatori della prima squadra rossoblu impegnati in un video tra palleggi con la carta igienica e ginnastica casalinga

Più informazioni su

Un video di allenamenti “casalinghi” per i giocatori della prima squadra della San Marco costretti come tutti i loro colleghi, dalla serie A alle giovanili a restare a casa. Pubblicato ieri mattina sul gruppo del club rossoblu ha visto numerose visualizzazioni durante la giornata, C’è chi palleggia in casa giardino anche con la carta igienica, chi si inventa un tapis roulant assai originale con acqua sul pavimento e c’è chi, chi fa flessioni con il cane in braccio o chi si allena con la corda e chi, come bomber Fusco che dal tetto di casa colpisce la traversa della porta nel giardino.

Un modo originale per allentare la tensione di questi giorni ed aumentare la speranza di tornare a giocare per cercare di terminare la stagione. Una stagione che ha tra l’altro visto la San Marco grande protagonista in Coppa Italia di Eccellenza. Dopo essersi infatti aggiudicato il titolo toscano a gennaio nella finale vinta a Firenze contro il Badesse di Marabese per due a uno, gli avenzini avevano anche superato il primo turno nazionale degli ottavi qualificandosi a spese degli emiliani della Virtus Castelfranco. Due a uno la vittoria casalinga alla Covetta e pareggio a reti inviolate nella gara di ritorno a Modena giocata a porte chiuse per l’inizio dell’emergenza coronavirus. Di fatto quella è stata l’ultima partita disputata da Brizzi e compagni che successivamente hanno visto annullare il match casalingo di campionato alla Covetta contro il Tau Calcio e poi quelli successivi.

In Coppa Italia la San Marco, come detto qualificatasi ai quarti di finale dovrebbe, usando forzatamente il condizionale, incontrare la vincente degli ottavi tra gli umbri del Tiferno ed il Fossombrone che devono ancora disputare il match di ritorno dopo che all’andata i marchigiani si erano imposti per due a zero sul campo di Tiferno. L’unico quarto di finale che ha avuto il tempo di essere definito in tempo prima dello stop è quello tra i laziali del Real Monterotondo e gli abruzzesi della Torrese.

Il link del video

https://www.facebook.com/sma1926/videos/812449782597339/

Più informazioni su