Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Promozione, Pontremolese: parla Matteo Della Bartolomea

L'esperto portiere lunigianese fa le carte alla squadra: "Siamo un bel gruppo, da domenica parlerà il campo"

Più informazioni su

Dopo un mese di allenamenti serrati le prime impressioni sulla Pontremolese

“Penso che il primo obbiettivo da raggiungere era di costruire un bel gruppo,la squadra è per 3/4 nuova ed è un giusto mix tra giovani di ottima caratura e noi “vecchietti” con un buon bagaglio d’esperienza e dopo quasi un mese di lavoro ormai mi sento di dire che ci siamo, su questo obbiettivo raggiunto. Da domenica poi sarà il campo a parlare”.

Plicanti ha lamentato qualche problema nelle amichevoli. Cosa manca secondo te?

“Mister Plicanti e il suo staff “vivono” la Pontremolese a tempo pieno, dalla mattina alla sera; tutti insieme stanno cercando di inserire la giusta mentalità ad un gruppo di ragazzi che comunque deve far conto con impegni lavorativi e tutto il resto.
Il motto finora è stato di lavorare intensamente per ogni allenamento, darci dentro a tutta, credere in se stessi, essere positivi e soprattutto essere felici di indossare quella maglia, che non è una maglia qualsiasi ma quella della società top della Lunigiana ed una delle più organizzate di tutto il comprensorio di Massa e Carrara e non solo. Non sta a me dire cosa manca, ho piena fiducia in ognuno dei miei compagni di squadra, dal primo all’ultimo e spero che la società alla fine di questa stagione sia stata orgogliosa di aver puntato su questo “gruppo””.

Come vivrai questa stagione da probabile “secondo”?

“Ad essere sincero non so cosa voglia dire, non sono mai partito con una gerarchia che mi facesse partire da dodicesimo anche se in questi 20 anni di categoria ho sempre lavorato per guadagnarmi il posto da titolare allenamento dopo allenamento e partita dopo partita. Quest’anno farò la solita cosa, sapendo però che ho un “mostro” davanti come Gianluca che oltre a meritare quella porta forse potrebbe calcare ottimamente anche palcoscenici superiori alla promozione. Persona e portiere che meritano rispetto, collaborazione, sarò il suo primo tifoso come sono convinto che lui lo sarà di me quando sarò impiegato”.

Ruolo da allenatore, come ti trovi?

“Ho iniziato questo ruolo delicato da preparatore dei portieri in punta di piedi, la società Pontremolese e nello specifico la figura di Lecchini Luca hanno scommesso su di me e ringraziandoli sono il primo a voler dimostrare che si possa far bene anche nella nostra zona con questi “piccoli” campioni in un ruolo che forse è stato trascurato per troppo tempo ma che ora ci vede protagonisti nel portarci all’avanguardia. Ne sono da esempio la stretta collaborazione con una società importante come l’Inter che fornisce a noi istruttori continua collaborazione di ogni tipo, per non dimenticare l’inserimento di una figura fondamentale come Daniele Sarti che, oltre a seguirmi e “compatirmi” come preparatore per la prima squadra e la Juniores avrà il compito di coordinare noi preparatori dei portieri di tutte le categorie. Speriamo di poter far divertire i nostri portierini e se poi saremmo stati bravi a sfornare il nuovo Albertosi o Buffon beh, sarà tutto di riguadagnato. Sognare non costa nulla”.

Più informazioni su