Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Il Filvilla diventa scuola calcio riconosciuta!

Più informazioni su

Inizio del nuovo anno con il botto in casa del Filvilla: l’ultimo Comunicato Ufficiale Regionale della FIGC riporta la comunicazione che il Settore Giovanile del club di Via delle Piscine viene ufficialmente riconosciuto come Scuola Calcio. Nel contempo la dirigenza conferisce a Gianpiero Steffanini, da due anni già preparatore dei giovani portieri gialloneri e con esperienze nel professionismo con lo Spezia Calcio, il ruolo di Direttore Generale della Scuola Calcio.
Di seguito le parole del segretario Davide Liccia per illustrare le importanti novità:

“Innanzi tutto la soddisfazione, dopo sei anni dalla rifondazione, di vedere riconosciuto al nostro settore giovanile il titolo di Scuola Calcio; è il premio al lavoro ed ai sacrifici portati avanti in questi anni da un gruppo di dirigenti ed istruttori che hanno lavorato in piena sinergia e grande passione e professionalità e pertanto è a tutti loro che va  il ringraziamento per avere contribuito in modo fattivo a raggiungere questo importante risultato. Senza dimenticare il contributo delle amministrazioni comunali che si sono succedute in questi anni e che, dal primo giorno, hanno sostenuto in pieno il progetto di rinascita, ed oggi di crescita, del calcio giovanile a Villafranca. L’altra notizia è l’incarico di Direttore Generale della scuola Calcio conferito a Gianpiero Steffanini che da ora in avanti si affiancherà con il responsabile tecnico Gianluca Conti nella gestione del club. Sono oltre due anni che Gianpiero collabora con noi nella veste di preparatore dei portieri con ottimi risultati, ma, proprio in ragione della sua grande esperienza nel mondo del pallone, gli abbiamo chiesto e lui ha accettato con entusiasmo, di assumere questo ruolo si di prestigio, ma anche di grande responsabilità, all’interno della società nell’ottica di una crescita e di un salto di qualità da parte di tutto il sodalizio giallonero”.    

La Redazione

Più informazioni su