Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Il Città di Massa continua a volare sulle ali di Dinho. Tre vittorie su tre per aprire il campionato foto

Gli emiliani del Modenza Cavezzo battuti per 4-2 grazie alle doppiette di Benlamrabet e Gonzalez. I bianconeri soffrono, divertono e si divertono per rimanere in vetta al Girone B

Città di Massa – Modena Cavezzo 4-2 (1-1 p.t.)
Città di Massa: Dodaro, Quintin, Toni Jodas, Gonzalez, Bertoldi, Panaino, Quilez, Berti, Marchi, Cattani, Benlamrabet, Stagnari. Allentore sig. Aliboni
Modena Cavezzo: Vezzani, Guerra, Barbieri, Dudù Costa, Lari, Pires, Ronaldo, Lefons, Doffour, Aieta, Checa, Latino. Allenatore sig. Checa
Marcatori: 9’40” Benlamrabet (CM), 10’39” Ronaldo (MO), 4’48” s.t. Gonzalez (CM), 9’08” Benlamrabet (CM), 19’04” Quilez (CM), 19’54” rig. Dudù Costa (MO)
Ammoniti: Ronaldo (MO), Dodaro (CM), Benlamrabet (CM), Toni Jodas (CM), Quintin (CM), Quilez (CM)
Espulsi
: 19’54” s.t. Gonzalez (CM) per somma di ammonizioni
Arbitri: Vincenzo Cammarano da Nichelino, Andrea Antonio Basile da Torino Crono: Salvatore Palumbo da Pistoia.

MASSA – Era la giornata del grande ritorno di Alessio “Dinho” Benlamrabet, che dopo diversi anni lontano da casa è finalmente tornato a vestire i colori della sua città. Un ritorno atteso tanto dai tifosi quanto dal giocatore stesso, visibilmente emozionato nel momento in cui mister Aliboni l’ha buttato nella mischia, sul punteggio di 0-0, nel corso di un primo tempo complicato contro i tosti emiliani del Modena Cavezzo. E Dinho non ha tremato. Doppietta decisiva e terza vittoria consecutiva per i bianconeri che svettano a punteggio pieno nel Girone B della Serie A2 di Calcio a 5, insieme al Città di Mestre e al Gisinti Pistoia.

L’avversario che oggi, 23 ottobre, ha fatto visita al PalaOliveti, era uno di quelli duri da battere. Fisico e sfrontato, il Modena Cavezzo ha messo in difficoltà i bianconeri nella prima frazione. Dopo il gol del vantaggio di Dinho, saltato sulle ringhiere per prendersi l’abbraccio del suo pubblico, l’indecisione di Dodaro su un gran tiro di Ronaldo fa fare il pieno di fiducia agli emiliani che per 10 minuti mettono a ferro a fuoco la difesa bianconera, che faticava ad uscire dal pressing asfisiante degli ospiti. Nella seconda frazione, poi, i padroni di casa hanno dimostrato tutto il loro carattere, alzando di nuovo l’asticella di gioco e fisicità. Prima Lucho Gonzalez e poi di nuovo un esaltato Dinho mandano in visibilio il PalaOliveti, sempre più colmo di appassionati tifosi massesi.

Sul punteggio di 3-1 e con il cronometro che segnava 4.45 minuti alla fine della partita, i bianconeri esauriscono i 5 falli. Da quel momento, gli emiliani provano il tutto e per tutto in power play, con il portiere di movimento, ma un giro palla lento ed indeciso non riesce a sfondare la granitica resistenza apuana che viene concretizzata di nuovo da Gonzalez, che segna la doppietta personale. Nel mezzo, però, da segnalare i due legni colpiti da Filippo Lari, il grande ex di giornata. Il giocatore originario di Rimini aveva, infatti, vestito il bianconero nella stagione 2019-2020, la prima in A2 per il Città di Massa, con ottimi risultati.

Un po’ di amaro in bocca, però, per l’episodio che a sei secondi dalla sirena ha portato all’espulsione dell’autore del 4-1, Gonzalez. Un presunto fallo di mano viene punito dall’arbitro con il calcio di rigore, ma soprattutto con il secondo giallo per il calciatore massese, costretto a lasciare il campo e saltare la prossima partita. Il rigore trasformato da Dudù Costa sigilla il punteggio finale sul 4-2.

Il Città di Massa continua a volare e a sognare. Tre su tre. Una squadra che sa soffrire e sa divertirsi e far divertire. Non più una piacevole sorpresa, ma una rocciosa certezza nel panorama sportivo della provincia.