Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Antonio Garrote torna in Spagna e saluta il Città di Massa: «Sono stati i 3 anni più belli della mia carriera»

Il bomber spagnolo diventerà padre per la seconda volta. Dopo 106 gol in 70 presenze, il suo commovente saluto a città, tifosi e dirigenza, però, è solo un "arrivederci": «Ci vediamo presto. Massa sarà sempre nel mio cuore»

MASSA – La stagione di Antonio Garrote, numero 10 del Città di Massa, è giunta al termine. Il bomber spagnolo è pronto a tornare in patria dopo 3 fantastiche stagioni con la maglia bianconera. L’imminente nascista della sua seconda figlia è un richiamo troppo forte per poter resistere fino al termine del campionato. “El rey de Cordoba”, così lo speaker del PalaOliveti era solito annunciarlo prima dell’entrata in campo, saluta Massa e il Città di Massa. Lo fa con la voce rotta dall’emozione, la voce di chi ha lasciato anima e corpo in campo, al servizio dei compagni, dei tifosi e della città che nel 2018 lo aveva accolto a braccia aperte.

Dopo 106 gol in 70 presenze, è arrivato il momento dei saluti, mai definitivi, però. Perchè nel cuore di Garrote il Città di Massa ci sarà per sempre e la speranza (sua, della società e dei tifosi) è quella di poter esultare ancora insieme, magari la prossima stagione.

«Sono arrivato a Massa all’ultimo giorno di mercato. Avevo un po’ paura, non conoscevo la gente che avrei trovato, la squadra. – ha dichiarato Garrote rivolgendo il suo saluto a compagni, tifosi e dirigenti – Ero l’unico straniero. Sono arrivato senza sapere niente, ma me ne vado lasciando una famiglia che mi ha fatto stare meglio che a casa, a volte».

A suon di gol, Garrote è stato uno dei protagonisti di quella storica promozione che ha portato il Città di Massa in Serie A2, per la prima volta nella sua storia. La stessa categoria che vede i bianconeri protagonisti anche in questa stagione, grazie anche, e soprattutto, alle prestazioni del numero 10. «Tutti mi hanno detto che è giusto che io debba andare, fra due o tre settimane nascerà mia figlia. – continua Garrote – La verità, però, è che vado via in un modo che non è quello giusto dopo i 3 anni bellissimi che ho passato a Massa. Questo è stato il periodo più bello e magico della mia carriera. Ancora mi ricordo quella promozione, sarà sempre indimenticabile, così come tanti altri momenti che rimarranno per sempre nel mio cuore».

Niente paura per i tifosi, ci sarà modo di salutare Garrote come merita il campione che si è dimostrato. «Magari ci vediamo presto. – ha detto il bomber iberico – Io voglio tornare, l’anno prossimo non si sa mai quello che succederà. Se tutto va bene, come deve andare, indosserò la maglia del Città di Massa. La stessa per cui voi mi avete fatto capire di non smettere mai di lottare, non dare mai nulla per perso in campo, neanche una palla, e lottare sempre. Ho sempre cercato di giocare anche se non stavo bene, l’ho fatto perchè mi è sempre stato dato tutto. Ho dato il meglio di me, con tutto il cuore e se a volte ho sbagliato chiedo scusa. Massa rimarrà sempre nel mio cuore».

Da parte di tutta la redazione di Calcio Massa Carrara i più grossi auguri ad Antonio Garrote, due volte padre.