LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Il Città di Massa esce sconfitto dalla prima trasferta del 2021 contro Fenice Venezia Mestre per 6-3

Inizia con una sconfitta il 2021 dei bianconeri. Mastropierro: «Se non sei concentrato 40 minuti poi ci sta che perdi, non vogliamo vincere solo noi»

Fenice Venezia Mestre 6-3 Città di Massa (2-1 p.t.)
Le formazioni:
Fenice Venezia Mestre: Vento; Bertuletti; Caregnato; Kokorovic; Ortolan; Yaghoubian; Zanin; Manoli; Marton; Cavaglià; Tenderini; Nalesso. Allenatore sig. Luigi Pagana
Città di Massa: Dodaro; Quintin; Garrote; Pichi; Mesa; Stagnari; Verduci; De Angeli; Bertoldi; Guadagnucci; Cattani; Lucas. Allenatore sig. Felice Mastropierro
Marcatori: Mesa (CdM); Bertuletti (FVM); Tenderini (FVM); Caregnato (FVM); Nalesso (FVM); Quintin (CdM); Caregnato (FVM); Lucas (CdM); Tenderini (FVM)
Arbitri: Andrea Colombo sez. Modena; Fabio Mavaro sez. Parma. Crono: Simone Tassinato sez. Padova
Ammoniti: Ortolan (FVM); Cattani (CdM); Guadagnucci (CdM); Caregnato (FVM); Mesa (CdM)

MESTRE – Torna il futsal dopo la pausa natalizia e torna con il Città di Massa impegnato contro Fenice Venezia Mestre per la prima trasferta di questo 2021. Un nuovo anno iniziato con il piede sbagliato da parte dei bianconeri di Felice Mastropierro che sono sembrati più scarichi, soprattutto nella prima frazione, rispetto ai padroni di casa. A discolpa dei massesi, però, i veneti hanno avuto modo di rimanere a pieni giri giocando i recuperi nel periodo in cui, invece, il Città di Massa recuperava un po’ di benzina per il nuovo anno. Il risultato finale, 6-3, rispecchia i valori messi in campo dalle due squadre in questa 11esima giornata e ultima di andata per il girone A di Serie A2.

Nonostante la forma migliore dei padroni di casa a passare in vantaggio sono stati i bianconeri grazie al gol di Mesa, ma alla fine del primo tempo la freschezza dei veneti li ha portati a ribaltare il risultato e chiudere il primo tempo in vantaggio. Dopo il gol del 3-1, coach Mastropierro prova il tutto per tutto schierando Quintin come portiere di movimento. Inizialmente una scelta che sembrava ripagare i rischi presi, grazie proprio al gol dello spagnolo, ma qualche errore di troppo ha permesso ai padroni di casa di prendere il largo e chiudere la questione.

«Non siamo stati in partita, – ha commentato subito dopo la partita Pichi, spagnolo del Città di Massa – abbiamo giocato male non al nostro solito livello. C’è da contare anche che loro hanno avuto molta più voglia di vincere di noi, abbiamo forse preso la partita un po’ sotto gamba e il risultato loro è meritato.».

Molto amareggiato anche mister Mastropierro, che dice: «Ho sempre elogiato questo gruppo, anche quando non arrivavano i risultati. Oggi, però, bisogna ammettere che sono stati più bravi di noi. Erano più motivati. Noi non c’eravamo e quando non sei concentrato poi perdi, soprattutto in A2. Ho visto cose positive e negative, ma ci sta aver perso oggi. L’approccio non è stato quello di altre partite. Non vogliamo vincere solo noi.».

Adesso i bianconeri dovranno concentrarsi sui due recuperi che li aspettano contro Milano e Prato, per poi ripartire con il girone di ritorno e la sfida di Aosta.