Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Città di Massa, Alvaro Mesa: «Felice per la squadra e per la città»

L'intervista al laterale spagnolo classe '98 arrivato questa estate alla corte di Mastropierro

MASSA – Il nuovo Città di Massa di mister Mastropierro è partito alla ricerca di una stagione da ricordare. Il campionato di Serie A2 della Divisione calcio a 5 non si è fermato dopo la serie di restrizioni messe in atto dal governo e dalle regioni per cercare di arginare i contagi del Covid-19, permettendo ai bianconeri di non interrompere il lavoro iniziato quest’estate con il tecnico milanese. Una sorta di piccola rivoluzione a livello di gioco che richiede il giusto tempo per essere impressa e memorizzata nei muscoli dei giocatori.

Giocatori che si dividono tra vecchie e nuove conoscenze, in uno spogliatoio che parla più lingue. I nuovi arrivati che non ci hanno messo tanto per lasciare il proprio segno nel particolare inizio di stagione.

Tra questi vi è Alvaro Mesa, spagnolo classe ’98 arrivato all’ombra delle Apuane dopo l’ottima esperienza al Barletta della scorsa stagione, condita da ben 16 reti. Il laterale, andato a segno sabato scorso nel pareggio contro Città di Mestre, ha parlato così a Calcio Massa Carrara:

Ciao Alvaro. Prima stagione in terra toscana. Come ti trovi qui a Massa? L’impatto con squadra e città?

«Sono molto felice sia per la città che per la squadra. La città è molto bella e accogliente. Rispetto alla squadra, ci sono solo belle parole per la direzione e per i miei compagni, persone con un cuore grande e a nostra disposizione per tutto ciò di cui abbiamo bisogno.»

La squadra, rispetto alle prime uscite, è già migliorata sul piano del gioco, che margini pensate di avere?

«La squadra è in continuo miglioramento, siamo tutti giocatori molto ansiosi di imparare e lavorare. Credo che nella fase offensiva stiamo andando piuttosto bene, e nella fase difensiva abbiamo molto più lavoro da fare, dovremmo essere un po’ più aggressivi.»

Questo è un campionato difficile da leggere e segnato  dalla delicata situazione Covid, cambia qualcosa nel preparare le partite non avendo la certezza del futuro prossimo?

«Cerco di informarmi il meno possibile sul Covid; credo che si tratti di una situazione con cui dobbiamo convivere finché non si troverà una soluzione. Nel frattempo si è tenuto conto di tutte le misure che il governo ha in mente. E per quanto riguarda il tema del covid nella competizione, è una situazione molto brutta perché ci alleniamo le intere settimane per preparare le partite del sabato e a volte capita di non giocare e dobbiamo aspettare di nuovo un’altra settimana senza sapere se nelle squadre avversarie o nella propria si scopre un elemento positivo e tutto salta di nuovo. È un campionato faticoso. »

Sabato ha segnato il tuo primo gol in maglia bianconera, che sensazioni hai avuto?

«Spero solo che sia il primo obiettivo centrato di molti altri con questi colori. La sensazione è molto soddisfacente, poiché la rete è il risultato di tutto il lavoro e la preparazione che c’è dietro. Spero di poter segnarne ancora molti altri e portare il Città di Massa Calcio a5 dove merita.»

Obiettivo personale per questa stagione?

«Quello che dico sempre. Sono un ragazzo che vuole imparare e crescere sia nel calcetto che nel personale