LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Città di Massa, buona la prima

Le doppiette di Pichi e Garrote decidono la gara insieme al gol di Quintin. Mastropierro: «Abbiamo avuto 40 occasioni, dovevamo segnare di più. Ma sono contento»

Città di Massa-Aosta C511 5-4 (2-1 p.t.)
Città di Massa: Dodaro, Quintin, Garrote, Pichi, Mesa, Verduci, De Angeli, Berti, Bertoldi, Cattani, Lucas, Stagnari. Allenatore sig. Felice Mastropierro

Aosta C511: Frezzatto, Rosa, Bellafiore, Calli, Da Silva, Zanini, Zlourhi, Mascherona, Harir, Zatsuga, Piccolo, Belmonte. Allenatore sig. Rodrigo Rosa

Marcatori: 7’47” p.t. Mascherona (A), 13′ Pichi (M), 19’54” Garrote (M), 6′ s.t. Pichi (M), 6’30” Calli (A), 9’36” Garrote (M), 10’30” Zanini (A), 11’27” Da Silva (A), 12’14” Quintin (M)

Ammoniti: Garrote (M), Mesa (M), Mascherona (A), Calli (A)

Arbitri: Gianluca Morelli (Imperia), Stefano Pasquino (Nichelino) CRONO: Giuliano Gioviale (La Spezia)

MASSA- Un Città di Massa che parla spagnolo porta a casa la vittoria nella prima giornata del Girone A di Serie A2, al PalaOliveti. Tre punti sofferti contro la formazione dell’Aosta C511, già affrontata nella passata stagione.
Nonostante il risultato lasci pensare a una distanza minima tra le due squadre, le occasioni sprecate dai bianconeri sono molte.

Tra vecchie e nuove conoscenze, la partita si è tinta di giallo-rosso. I colori della bandiera spagnola. La Spagna è infatti stata l’assoluta protagonista con i gol dei padroni di casa arrivati tutti dai piedi di calciatori iberici. Il nuovo arrivato Pichi insieme al “Rey de Cordoba” Garrote ha ribaltato il risultato alla fine del primo tempo, dopo il gol del vantaggio di Aosta con Mascherona.
Nella seconda frazione di nuovo Pichi e Garrote hanno allungato sul 4-2, con in mezzo il gol di Calli per gli ospiti. Poi, a decidera la gara che aveva visto i valdostani rifarsi sotto con le reti di Zanini e Da Silva, ci ha pensato il sempre ottimo Ivan Quintin, “el toro de Zaragoza”.

Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Garrote riprende da dove ci aveva lasciati l’anno scorso. E se la carta d’idenità continua a segnare qualche anno in più, i gol aumentano in maniera esponenziale. Un po’ come il buon vino.
Non c’erano dubbi sulle prestazioni di Garrote, ma tanta curiosità sui nuovi arrivati. Ha risposto presente Pichi Galan, che si è presentato al pubblico massese con una doppietta decisiva.

Può essere contento il nuovo allenatore Felice Mastropierr,. che ha tanto su cui lavorare, partendo però da una base molto ampia.
Il commento del mister:

«Abbiamo avuto 40 occasioni da gol. Siamo stati bravi nella pressione, abbiamo fatto cose interessanti. Ovvio, è la prima partita e manca ancora qualcosa. Ma anche nel giro palla abbiamo fatto bene, siamo usciti dalla pressione. Peccato per quei gol che abbiamo preso, considerando che loro non sono arrivati tante volte ad essere pericolosi. Dobbiamo evitare quei tiri lì. Ovvio che manchino qualche gol in più. Poi questo sport è fatto di episodi: se avessimo segnato quei 2 o 3 gol, magari gli altri sarebbero andati giù di testa e avremmo fatto una goleada. Ma sono contento. »
Sulla prossima partita che vedrà i bianconeri impegnati sul difficile campo di Milano C5: «Affronteremo una squadra dura. Sono due anni che non perdono in casa. Hanno giocatori di spicco, qualcuno ha fatto anche la A1. Lavorano insieme da tanti anni. Non sarà facile, dovremo prepararla molto bene.»

Foto pagina Facebook Città di Massa Calcio a 5