LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Musetti che impresa! Eliminato Wawrinka a Roma

6-0/7-6(2) in un'ora e ventitré minuti di gioco per avere la meglio di Wawrinka a suon di vincenti. Serata magica del carrarese

ROMA- Una nottata incredibile per il tennis italiano. Sul campo centrale del Foro Italico, Lorenzo Musetti è prepotentemente entrato nella storia diventando il più giovane tennista di sempre a vincere una partita in un torneo del Master 1000.

Sì, perché in una cornice spoglia di pubblico, ma comunque suggestiva come quella del torneo di Roma, il carrarese ha sorpreso il mondo avendo la meglio di Stan Wawrinka, svizzero numero 17 del ranking ATP. Diciassette come gli anni che dividono i due atleti, insieme, soprattutto, ai 3 titoli Slam che lo svizzero ha conquistato nell’arco della sua carriera.

I pronostici lo davano per spacciato prima ancora di scendere in campo. Entrato in tabellone passando dal torneo di qualificazione al quale è arrivato grazie ad una wild card, per Musetti doveva essere semplicemente un’emozionante prima volta e niente più. Ma il classe 2002 ha dimostrato tutto il valore sfoderando una prestazione da urlo contro uno dei giganti del tennis mondiale.

Tenendo conto della pessima prestazione dell’avversario, rimane comunque impressionante la facilità con cui Musetti ha portato a casa il primo set. Un ovetto perentorio che non ha lasciato scampo ad obiezioni. Ventitré minuti per cominciare a sognare qualcosa di veramente grande.

Nel secondo parziale non è cambiato il copione, con Musetti che ha continuato la sua striscia di game vinti, portandosi sul 2-0 e break di vantaggio. Wawrinka però ha reagito, recuperando il break e costringendo il set al tie-break. La reazione dello svizzero non è bastata a frenare le incredibili giocate del carrarese, in serata magica.

Nel tie-break Musetti non ha sentito la pressione, aiutato forse dagli spalti vuoti, e ha chiuso agilmente la partita. 6-0/7-6(2), in quasi un’ora e mezzo di gioco.

Conclusa la partita con l’ennesimo vincente della serata è arrivata un’esultanza pacata, dimostrazione della consapevolezza del ragazzo e della fiducia nei suoi mezzi.

Musetti è l’ottavo italiano a qualificarsi per il secondo turno di questa edizione del Master 1000 casalingo. Numeri che ben rappresentano il momento aureo del tennis maschile azzurro. Adesso, dopo aver portato a casa un montepremi di 50.000 euro, Musetti dovrà vedersela con il giapponese Nishikori, altro grande protagonista del passato, capace nel 2014 di raggiungere la finale degli US Open prima che la carriera gli venisse rovinata dai continui infortuni.