LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Il Palermo “apuano” vola in finale playoff con il Padova

Uno staff apuano, basti pensare sono solo al tecnico ma anche al suo vice Mauro Nardini, al preparatore dei portieri Stefano Pardini ed al match analist Mattia Baldini

Doo la vittoria casalinga per uno a zero di ieri sera contro la Feralpi Salo’ già superata all’andata, per il Palermo targato Silvio Baldini si sono aperte le porte della doppia finale playoff di C col Padova. Andata in Veneto domenica prossima 5 giugno, ritorno al Barbera sette giorni piu’ tardi. Un Palermo molto “apuano” se vogliamo, basti pensare sono solo al tecnico ma anche al suo vice Mauro Nardini, al preparatore dei portieri Stefano Pardini ed al match analist Mattia Baldini. Ma non solo anche perche’ vi sono in squadra anche molti ex giocatori azzurri a cominciare da Roberto Floriano passando per Samuele Damiani, Nicola Valente e Roberto Crivello oltre a sl portiere Samuele Massolo spezzino di nascita ma che ha iniziato nelle giovanili della Carrarese prima del passaggio alla Sampdoria.
Il commento a fine gara di Silvio Baldini ai microfoni di Repubblica: ““Ho provato qualcosa di indescrivibile. Devo fare i complimenti ai ragazzi, perché hanno riportato tutta questa gente allo stadio. Sono degli eroi, che per me significa essere innamorati di ciò che si fa. E se vogliono continuare a esserlo, devono restare sempre concentrati, continuare a impegnarsi nel lavoro quotidiano e avere sempre questo spirito. Adesso, però, voglio che tutto questo si concretizzi in finale” ed ancora “Quando le cose non andavano bene ho detto ai ragazzi: noi dobbiamo avere dignità e coraggio. Gli ho raccontato una storia: io abito nelal provincia di Massa Carrara, dove tanta gente lavora  il marmo. Un giorno ho conosciuto un uomo di Varese che mi ha raccontato quanto fosse stato povero in passato. Aveva da mangiare soltanto un limone ma poi, con il duro lavoro, è diventato ricchissimo. Questo perché ha sempre avuto la speranza. Ecco, la mia squadra, con la speranza e faticando giorno dopo giorno, ha costruito questo percorso. Quindi, è inutile parlare di tattica o del Padova – ha proseguito Baldini – Io voglio solamente continuare a sognare. Negli ultimi 18 anni sono andato a Santa Rosalia perché credo ciecamente nel destino. E infatti, siamo in finale”.