Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Serie C, un altro giovane apuano sbarca tra i professionisti

Difensore, nato a Massa il 6 giugno 2000, l’atleta vanta un’importante esperienza agonistica in serie D, in barba alla giovane età

Il giovane massese classe 2000 Mattia Scognamiglio (foto Seregno Calcio), ex tra l’altro delle giovanili della Carrarese, sbarca nel mondo dei profssionisti vestendo la maglia del neopromosso in C Seregno Calcio 1913 che giocherà nel girone A.
Ha già attirato su di sé le attenzioni nel ritiro di Dormelletto, con quel gol da metà campo alla Primavera del Milan, il cui video sta spopolando su Facebook. Stiamo parlando di Mattia Scognamiglio, che da oggi è ufficialmente un giocatore del Seregno Calcio . Difensore, nato a Massa il 6 giugno 2000, l’atleta vanta un’importante esperienza agonistica, in barba alla giovane età. Dopo aver militato nelle giovanili della Carrraese e nell’Under 19 dell’Entella, Scognamiglio si è trasferito nell’estate del 2018 al Viareggio in serie D, dove si è trattenuto fino al gennaio del 2019, quando è passato al Gavorrano in serie D. Nel grossetano è rimasto fino al dicembre del 2019, mese in cui è stato ceduto al Savoia in serie D. Lasciata la Campania nell’estate del 2020, l’atleta ha difeso quindi i colori del Rieti in serie D (nel 2020-’21). Nell’estate di quest’anno, si era accasato alla Sambenedettese in serie C, da cui ha ottenuto lo svincolo dopo l’esclusione dei marchigiani dal campionato. In carriera, il neo azzurro, che ha sottoscritto con il Seregno un accordo triennale, vanta 51 presenze e 2 gol.
Così ha commentato il presidente del Seregno Davide Erba: «Mi sembra che il nostro progetto sportivo assuma, ogni giorno di più, quei connotati per cui ci stiamo impegnando. Mattia è un ragazzo giovane, ma che già ha saputo mettersi in mostra, ed il fatto che lo abbiamo voluto vincolare per tre stagioni dimostra la fiducia che riponiamo in lui. Pensiamo che, accanto a compagni più esperti, che conoscono la categoria, non possa che crescere e migliorarsi, a vantaggio suo e nostro».