Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Nazionale, ecco i parastinchi regalati da Bernardeschi

Dal Berna parastinchi personalizzati per ognuno dei suoi compagni di Nazionale, inclusi i giocatori che poi sono stati tagliati da Mancini per circoscrivere il gruppo dei 26 eletti per l'Europeo.

Il regalo di Federico Bernardeschi, “in segno di amicizia e spirito di gruppo“: sono i parastinchi personalizzati (foto Repubblica.t) per ognuno dei suoi compagni di Nazionale, inclusi i giocatori che poi sono stati tagliati da Mancini per circoscrivere il gruppo dei 26 eletti per l’Europeo. C’è chi si è limitato a volere il proprio nome sulla livrea tricolore: ci sono anche il numero di maglia e le prime tre partite del girone con relative date e bandiere della squadra avversaria. Altri hanno chiesto anche i nomi dei familiari, figli, mogli, fidanzate. I parastinchi sono stati realizzati da un vero specialista del settore: l’artigiano di Parma Enrico Campari, titolare della Campari World di cui è socio anche Fausto Salsano, assistente di Mancini, li fornisce da anni ad alcuni tra i più famosi calciatori europei – celebri quelli del Mondiale 2006 – e ha anche brevettato speciali tacchetti contro gli infortuni.
I parastinchi sono realizzati con un mix di fibre di carbonio e kevlar e, per la prima volta, col 20% di fibra di carbonio riciclata: “Anche noi vogliamo dare un piccolo contributo all’economia circolare, soprattutto dopo una fase drammatica per tante aziende come è stata quella del lockdown”, spiega Campari. La superficie coprente non è uguale per tutti. Ogni calciatore ha scelto la misura in base alla propria altezza e alla circonferenza di tibia e polpaccio. I parastinchi pesano dai 60 ai 130 grammi. I più piccoli sono di Lorenzo Insigne (13 cm), i più grandi di Giorgio Chiellini (21,5 cm). Alcuni azzurri hanno chiesto parastinchi anatomici fatti su misura, realizzati mediante scansione laser: è il caso di Sirigu, Verratti, Immobile, Jorginho, Bonucci, Mancini, Bernardeschi.
Nonostante l’impossibilità di raggiungere le nazionali nei loro ritiri, causa restrizioni Covid, sono stati preparati altri parastinchi per alcuni giocatori di Slovacchia, Turchia, Belgio, Cecoslovacchia, Polonia e Olanda, per un totale, Italia esclusa, di 54 calciatori iscritti all’Europeo.
(fonte: Repubblica.it)