Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

L’arbitro professionista Alessandro Caso ospite della riunione tecnica della sezione Aia di Carrara

Più informazioni su

CARRARA – Un altro appuntamento importante per la sezione arbitri Aia ‘Giorgio Lazzarotti’ di Carrara che nella sua ultima riunione tecnica ha avuto come relatore, collegato in videoconferenza, l’ospite nazionale Alessandro Caso della sezione di Verona, componente della Commissione arbitri interregionale (Cai) e già arbitro in Lega Pro con oltre 120 presenze nei campionati professionistici. Insieme a lui, sempre da remoto, hanno partecipato alla serata anche alcuni colleghi della sezione di Verona (col presidente Claudio Fidilio) per una serata in condivisione di grande interesse. A fare gli onori di casa per la sezione apuana il presidente Francesco Cecchini con il vice presidente Lorenzo Ciardelli e tutto il consiglio, impegnato sin dal suo insedimento in un’attività fatta di incontri da remoto per tenere alta l’attezione degli associati, in attesa del ritorno in campo.

Alessandro Caso ha organizzato la serata con la visione di alcuni episodi di una gara puntando non solo sugli aspetti prettamente tecnici, ma anche comportamentali dell’arbitro, coinvolgendo nella discussione via via alcuni colleghi apuani. È stata sottolineata, ad esempio, la necessità di entrare in campo con la massima concentrazione partendo dalla fase del riscaldamento, per essere poi pronti a prendere decisioni sin dai primi secondi della partita.

Sempre dall’analisi del match sul video, il componente Cai ha ricordato l’importanza della prevenzione e dei richiami verbali importanti per gestire al meglio la partita sin dall’inizio, offrendo sempre la massima credibilità. Non sono mancate le domande da parte dei colleghi apuani così come le curiosità, emerse nel finale di una riunione tecnica fra due sezioni espressione di due città (Carrara e Verona) legate fra loro a filo doppio dall’estrazione e la lavorazione del marmo a livello mondiale. Un filo conduttore fra Carrara e Verona, come ha ricordato il presidente veneto Fidilio, è Giuseppe Capovilla, ex fischietto di serie C e assistente in serie A trasferitosi a fine anni 80 da a Carrara a Verona, sezione di cui è tutt’ora associato. L’ultimo spunto è arrivato da Mario Marchi (ex osservatore Can-D della sezione di Carrara) che ha ricordato la sua visionatura ad Alessandro Caso in serie D di alcuni anni fa, nella penultima stagione dell’arbitro veronese prima del salto nei professionisti. Quindi il ‘rompete le righe’ con la promessa e la speranza da parte di tutti di rivedersi al più presto di persona

Più informazioni su