LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Apuani all’estero: la danzatrice Valentina Fruzzetti ha scelto Londra e oggi è master teacher di pilates

Danzatrice e co-fondatrice della “Maktub noir compagnia di danzatori” nel 2013 ha preso il volo e oggi è insegnante di pilates nella più grande organizzazione della capitale inglese

MASSA – Quando nel nostro paese svolgi professioni nell’ambito creativo e culturale non è infrequente che tu senta l’esigenza di spostarti in altre nazioni dove le opportunità sono maggiori e il talento venga riconosciuto. Spesso però manca il coraggio di fare il salto nel buio e si lasciano da parte i sogni, accontentandosi di un mestiere “normale”, magari sotto casa, ma sprofondando nell’insoddisfazione. Non ha abbassato il capo la concittadina Valentina Fruzzetti, in Italia danzatrice e co-fondatrice della “Maktub noir compagnia di danzatori” e ideatrice del festival indipendente “What the hell is the performing art?”: nel 2013, allora trentenne, capì che nel suo paese non c’erano prospettive e scelse Londra per vivere il suo presente. Oggi è ancora nella capitale inglese con un importante ruolo nella “Body Control Pilates centre” ed è disposta a raccontarci il suo percorso.

Come cominci ad insegnare Pilates a Londra? “Dopo il successo decennale della mia compagnia di danza con sede a Firenze ho intuito che, banale dirlo, in Italia una compagnia indipendente come la nostra, pur essendo a livello qualitativo una delle migliori, avrebbe dovuto sottostare a politiche che noi non eravamo disposti ad accettare. Così mi sono trasferita a Londra. Dopo aver abbandonato per alcuni anni quello che era il mondo creativo/artistico, lavorando come sommelier a Nothing Hill per Avignonesi vini, ho avuto l’esigenza di tornare a lavorare con il corpo ed ho deciso di cominciare un percorso per diventare insegnante di pilates, tramite la più grande organizzazione di Pilates qui a Londra, la Body Control Pilates centre”.

Il corso è riconosciuto anche in Italia? “La formazione che Body Control offre è eccellente ed è riconosciuta a livello globale. All’inizio è’ stata molto dura per me. Studiare in inglese, lavorare nel wine shop e affrontare gli esami sia pratici che di anatomia è stato difficile. Diciamo che non ho mai avuto un giorno libero per i primi 5 anni ma sono stata anche la prima del mio corso a diplomarmi e farlo in seconda lingua vale il doppio!”

Che qualifiche hai ottenuto? “Sono master teacher per il Mat pilates. Insegno tutti gli attrezzi, reformer, chair, Tower e Cadillac. Ho da poco ottenuto la qualifica per accompagnare le donne prima e dopo il parto. Attualmente, e lo dico con genuino orgoglio, ha avuto il ruolo di supervisore degli studenti che cominciano il loro percorso per diventare istruttori”.

Hai un tuo studio a Londra? “No, sono una libera professionista. Lavoro nei migliori studi nel North di Londra e durante la pandemia ho aperto il mio studio online. Ho molte lezioni private sia in presenza che online”.

Chi sono i tuoi clienti? “In Inghilterra la privacy è una questione molto seria e non posso quindi fare i nomi dei miei clienti ma posso dire che lavoro con tutti i tipi di persone, età, etnie, taglie, status sociale: da manager di aziende importantissime, a principesse, modelle, calciatori, scrittori, giornalisti, parrucchieri, pensionati, insomma manca solo la regina Elisabetta!”

Quale pensi sia la qualità che ti contraddistingue? “Quando lavoro con i miei clienti a me non interessa chi siano e mi piace l’idea che si affidino a me per imparare una tecnica. Sento la responsabilità di chi si affida a me. Io tratto il corpo tramite una connessione profonda con la tua mente, ti insegno una cosa che tu puoi portare nella tua vita di tutti i giorni per vivere meglio e sono molto empatica: da come una persona usa il proprio corpo capisci molto di chi hai davanti e lavori personalizzando l’esercizio. Dico “bravo” se lavorano correttamente, li correggo se non fanno quel che chiedo, non importa quanti impiegati, camerieri o fotografi abbiano intorno. Credo che questo sia quello che i miei clienti apprezzino di me, chiunque siano. E poi sono italiana e negli anni ho imparato a fare della mia italianità un punto di forza.”

La pandemia ha influito nel tuo lavoro? “Assolutamente no, anzi per certi versi ha creato una nuova possibilità di fare business. Semplicemente abbiamo spostato, durante il lockdown, le lezioni dagli studi fisici al mondo online. I miei clienti sono rimasti con me al 98%. Ho avuto la possibilità di lavorare con persone da altri paesi, America, Francia, Sud Africa, Cina, Belgio ecc.. L’ho trovato entusiasmante creare una comunità durante la pandemia. Abbiamo creato qualcosa di estremamente importante, condividendo un momento difficile.”

Progetti per il futuro? “Sono molto in ascolto del presente, lascio che sia l’oggi ad inspirare le mie scelte. Voglio rimanere a Londra, sicuramente. Adesso lavoro anche per il canale globale di Body Control, dove registro delle lezioni che sono visibili in tutto il mondo tramite una membership. Vorrei continuare ad essere un nome credibile nel panorama londinese. Diciamo che se dici “Valentina Pilates” tante persone sanno chi sono, cosa faccio e apprezzano il mio lavoro; dopo il faticoso lavoro dell’inizio per me è la soddisfazione più grande. Devo dire che mi piacerebbe tantissimo creare un evento a Massa insieme ai miei colleghi massesi, perché nella nostra città ci sono realtà molto professionali e sarei felice di pensare di fare qualcosa insieme. Sono sempre dell’idea che la condivisione e l’inclusione siano la miglior ricetta per fare qualcosa di bello!”

Ph Andrea Pepe / Annalisa Ceccotti

Valentina Body Control Pilates Instructor NW1 9BJ +44 (0) 7957485646 www.valentinapilates.com