Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Un fiume di gente e biciclette per le strade della Lunigiana: la Castagna Bike 2021 è un successo foto

Quasi duemila gli iscritti, tra runners e bikers. Prima della partenza il ricordo di Loris Giampietri, storico organizzatore della manifestazione

VILLAFRANCA IN LUNIGIANA – Millenovecento persone tra bikers, runners, escursionisti e semplici appassionati delle bellezze della natura. Tra loro c’è chi i suoi 63 anni proprio non li sente e si fa 12 chilometri a corsa in un’ora e mezza. Ci sono i bambini con le loro mountain bike: tagliano il traguardo sempre un attimo prima dei genitori, sentono la competizione anche se non stanno gareggiando. E’ il bello della gioventù. E poi c’è un bellissimo husky accanto al suo padrone, anche lui porta il numero sul dorso. Arriva a destinazione con la lingua penzolante e gli occhioni azzurri pieni di luce. E’ stanco, ma soddisfatto. Si sentono tutti come lui, al rientro, i millenovecento partecipanti alla 17esima edizione della Castagna Bike. Un fiume di gente e di biciclette che ieri mattina, a partire dalle 8.30, ha animato via San Genesio (Filetto, Villafranca in Lunigiana). E sarà che l’attesa è stata più lunga degli altri anni a causa della pausa forzata, ma quest’anno il più grande raduno cicloturistico di MTB del centro-nord ha avuto un sapore particolare. E’ stata anche l’edizione del ricordo di Loris Giampietri, tra gli organizzatori storici della manifestazione, scomparso qualche mese fa. A lui, poco prima della partenza, è stato dedicato un lancio dei palloncini. Tra gli spettatori anche la sindaca di Filattiera Annalisa Folloni, il deputato di Italia Viva Cosimo Maria Ferri e gli assessori dei Comuni di Villafranca e Bagnone Dieco Giacopinelli e Giacomo Cariati.

Intorno alle 9.20, sulle note di Thunderstruck degli ACDC, sono partiti i runner. Ognuno di loro ha scelto tra un percorso corto (12 km e 250 metri in media di dislivello con 50% di sterrato), un percorso medio (17 km e 500 metri di dislivello con 70% di sterrato) e un percorso lungo (25 chilometri e 1000 metri di dislivello con 80% di sterrato).  Dieci minuti dopo è stato il turno dei bikers, che si sono messi alla prova su quattro itinerari differenti. Anche qui la scelta era tra un percorso corto, da 25 km e 300 metri di dislivello, adatto a ogni tipologia di appassionato, un percorso medio, da 35 km, 700 metri di dislivello, caratterizzato da alcuni tratti più tecnici, salite e single track, e un percorso lungo, da 50 km e 1.500 metri di dislivello, un tracciato entusiasmante riservato solo a chi possiede un buon livello di preparazione fisica e tecnica. Novità dell’edizione di quest’anno, per i più temerari, è stato il percorso Extreme, da 60 km e 2.000  metri di dislivello, ricco di single track e tratti mozzafiato.
Terminato il percorso, partecipanti e accompagnatori si sono ritrovati al Castagna Party, un momento di relax post attività sportiva tra le specialità della Lunigiana, tra cui i tradizionali “testaroli” e le “mondine”.

E’ stato un successo. L’ennesimo, in tanti anni in cui la Lunigiana è sempre riuscita a riunire un gran numero di appassionati, per mostrare loro tutte le sue bellezze: dai borghi di Filetto, Filattiera, Ponticello, Caprio e Morcone ai Prati di Logarghena e al Monte Bosta. Al traguardo qualcuno si sdraia sull’asfalto, ha l’affanno e chiede dell’acqua. «Come stai?» gli chiede Claudia, voce femminile dell’edizione. «Sono sfinito – risponde – ma rifarei tutto quanto».

(video: Lunigiana World)