Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

La scherma riparte dopo un anno di stop: tre weekend di qualificazioni nazionali a Carrarafiere

Niente pubblico: tutti gli incontri verranno disputati a porte chiuse. Il presidente del Comitato Regionale Toscano Domenico Cassina: «Momento importante per lo sport e un bel segnale per la provincia»

MARINA DI CARRARA – La scherma riparte dopo un anno di stop. A partire da questo weekend, e per altri due consecutivi nel mese di aprile, si terranno nel padiglione D di Imm-Carrarafiere le gare di qualifica nazionale per gli atleti toscani e di parte della Liguria. Domani e domenica, 10 e 11 aprile, si partirà con la categoria “cadetti”, composta da circa 150 atleti. Il 17 e il 18 sarà il turno della categoria “giovani”, mentre il 24 e il 25 toccherà agli “assoluti”.

Parallelamente, in tutte le altre regioni italiane si terranno gare omologhe, al termine delle quali verrà selezionato un numero di atleti che accederà alla fase nazionale. Niente pubblico: tutte le gare verranno disputate a porte chiuse, con gli alteti racchiusi in una sorta di “bolla”. “Del resto il protocollo covid è rigidissimo – sottolinea il presidente del Comitato Regionale Toscano di scherma Domenico Cassina – ed ha reso necessario trovare spazi molto ampi per la ripresa delle gare”.

“La scherma in tutta Italia è rimasta ferma per un anno a causa della pandemia – spiega Cassina -. Siamo felici di poter ripartire, questo è momento importante per lo sport e un bel segnale per la provincia. Personalmente, essendo di Carrara, mi fa molto piacere avere trovato questa collocazione per le gare. Ringrazio quindi Imm-Carrarafiere, il Comune di Carrara nella persona dell’assessore Andrea Raggi, che ha mostrato grande disponibilità, e le due società locali: il Club Scherma Apuano e la Società Schermistica Malaspina. Un grazie anche a Calacatta-Borghini, che ha sponsorizzato parte dell’evento”.