LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Mihai Bobocica grande protagonista a Bolzano

Il percorso del portacolori carrarese è stato netto con 5 vittorie su altrettante partite

È salito sul primo gradino del podio con in braccio il figlioletto Alexander (foto), che lo aveva accompagnato con mamma Beatrice a Bolzano. Il bel siparietto che ha avuto per protagonista Mihai Bobocica, ha chiuso degnamente un Top 12 “Alperia Cup” in cui tutto ha funzionato alla perfezione, per merito dell’organizzazione del Comitato Provinciale FITeT di Bolzano, alla presenza del presidente federale Sig Renato Di Napoli e del coach azzurro Lorenzo Nannoni

Il percorso del portacolori carrarese è stato netto con 5 vittorie su altrettante partite; nel girone preliminare a tre ha sconfitto nell’ordine Andrea Puppo per 3a1 e poi Antonino Amato per 3a0, successivamente nel tabellone ad eliminatoria diretta ha sconfitto nel’ordine Paolo Bisi per 3a1 ; Marco Rech per 3a0 ed in finale ha superato per 3a2 Jordy PIccolin (6-11, 11-5, 5-11, 11-8, 11-7) in un match a tratti spettacolare

Nel primo il bolzanino è volato sul 5-1 e poi sull’8-2, è stato rimontato fino all’8-5, e ha messo a segno l’ultimo sforzo. Il secondo parziale è stato dominato da Bobocica, che è scattato sul 4-1 e ha sempre mantenuto a distanza il rivale.

Si è cambiato campo e Piccolin è tornato in cattedra, servendo e rispondendo da maestro. La quarta frazione è stata più equilibrata e ancora lui è sembrato poter prevalere. In vantaggio per 8-6, e con la battuta a disposizione, ha invece dovuto assistere allo show del sei volte campione italiano, che con un break di 5-0 ha forzato il verdetto alla “bella”.

Qui Bobocica è partito dietro (0-2) ed è risalito, cambiando campo sul 5-3. Dopo aver vinto lo scambio più bello dell’incontro, con un rovescio strappa applausi, ha allungato (8-5) e per Piccolin, che non ha mai comunque smesso di combattere, non c’è stato più nulla da fare.

«È stata un finale durissima – ha commentato soddisfatto Bobocica – perché Jordy ha giocato in modo molto aggressivo, sia con il diritto sia con il rovescio. Si sa, poi, quanto sia pericoloso il suo servizio. Non mi aspettavo che opponesse così tanta resistenza e contro un avversario del genere il mio successo acquista ancora un valore maggiore. Sono felice, perché, nonostante tutte le difficoltà imposte dall’emergenza sanitaria, nelle ultime settimane ho vinto quattro manifestazioni, oltre a questo anche il Top 10 di Cortemaggiore e due tornei della Challenger Series a Ochsenhausen, in Germania. Lo stato di forma è buono e, con la Supercoppa e il campionato dietro l’angolo, questa è un’ottima notizia».

“ Sono veramente molto contento della prestazione di Mihai” –dichiara il presidente Guglielmo Bellotti-” la gara era di ottimo livello e pertanto la sua prestazione è ancora più importante , vincere è sempre positivo ”